Il Sassuolo continua a parlare italiano: in attacco arrivano Ricci e Iemmello

Due operazioni last minute per i neroverdi di Di Francesco che si rifanno il look in attacco, sostituendo di fatto i partenti Trotta e Falcinelli, passati al Crotone nelle ultime ore.

Il Sassuolo continua a parlare italiano: in attacco arrivano Ricci e Iemmello
Il Sassuolo continua a parlare italiano: arrivano Ricci e Iemmello

Continua a parlare italiano, guardando alla linea verde, il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, che dopo aver visto partire nelle ultime ore - destinazione Crotone - sia Trotta che Falcinelli, ha ripiegato su Federico Ricci, proveniente dalla Roma, e su Pietro Iemmello. Due giovani di prospettiva che si inseriranno nelle gerarchie offensive degli emiliani, pronti a raccogliere l'eredità tecnica dei vari Politano, Defrel e soprattutto Berardi, studiando dai più esperti colleghi di reparto. 

Si parte dall'esterno ex Crotone, tornato alla Roma al termine del prestito della scorsa stagione. Con i pitagorici Ricci si è imposto al palcoscenico della B, segnando ben 11 gol nella cavalcata della squadra di Juric verso la massime Serie. Adesso, il classe 1994, è pronto al grande salto ed è ormai davvero ad un passo dal vestire la maglia neroverde: operazione che prevederà un prestito con diritto di riscatto fissato a 4 milioni in favore dei neroverdi e di un controriscatto, per i giallorossi qualora volessero riportarlo alla base, a 6-7. Ultimi dettagli da limare prima delle firme, con Ricci pronto a spiccare il volo nel laboratorio di Di Francesco. 

Diversa la trafila per Pietro Iemmello, classe 1992 il cui cartellino era di proprietà dello Spezia ma che, nelle passate stagioni, ha fatto faville con la maglia rossonera del Foggia. Il nativo di Catanzaro, dopo aver messo a segno trentasette reti nello scorso campionato di Lega Pro, era tornato alla base in Liguria, ma l'offerta del Sassuolo ha fatto vacillare gli spezini, che hanno ceduto ai 2.3 milioni degli emiliani. Di Francesco avrà così a disposizione altre due frecce nel suo arco offensivo, fondamentali nelle rotazioni di una stagione che si prevede lunga e con tantissimi impegni su tre fronti. Motivo per cui i neroverdi hanno deciso di non lasciarlo andare in prestito alle pretendenti.