Under 21, c'è la Serbia a Vicenza: l'Italia di Di Biagio per archiviare la qualificazione

Con il primato saldamente in tasca, gli azzurrini di capitan Benassi cercano la vittoria qualificazione al Menti contro l'ostica Serbia. All'andata fu un pareggio, nella gara più equilibrata del lotto di quelle disputate, adesso il fattore campo potrebbe risultare decisivo nonostante l'assenza di Berardi.

Under 21, c'è la Serbia a Vicenza: l'Italia di Di Biagio per archiviare la qualificazione
Under 21, c'è la Serbia a Vicenza: l'Italia di Di Biagio per archiviare la qualificazione

A caccia della qualificazione. L'Italia di Luigi Di Biagio si prepara alla sfida di questo pomeriggio contro la Serbia, con la ferma intenzione di provare ad archiviare il discorso legato alla qualificazione ai prossimi Europei di categoria. Sfida tutt'altro che banale guardando la classifica, con i serbi - primi antagonisti degli azzurrini alla vigilia - che si sono complicati la vita perdendo in Slovenia ed ora sono costretti a inseguire questi ultimi se vogliono avere velleità e speranze di qualificazione. Perdere al Romeo Menti di Vicenza potrebbe compromettere - e non poco - la situazione, con l'Italia che di certo vorrà approfittare della situazione e mandare a casa una delle rivali più quotate per la conquista del trofeo finale. 

Avvicinamento alla sfida che per il tecnico azzurro Di Biagio non è stato dei migliori. Mancheranno infatti Donnarumma, promosso con la Nazionale maggiore in campo ieri a Bari nella sconfitta contro la Francia, e Berardi, per infortunio. Due capisaldi del gruppo che dovrebbe far parte della spedizione al prossimo europeo. "La nostra squadra non è abituata a fare tanti calcoli - ha ribadito ieri il tecnico degli azzurrini - non fa parte del nostro dna giocare per il pareggio. Sappiamo di affrontare una squadra molto ostica, costituita dall'ossatura della squadra campione mondiale under 20, forte fisicamente e capace di fare pressing. Ho fiducia nei miei ragazzi".

Le ultime dai campi

Di Biagio potrà contare su Romagnoli al centro della difesa, tornato appositamente per la gara dal ritiro della Nazionale maggiore. Assieme a lui Calabria e Masina sugli esterni, con Caldara che dovrebbe far coppia con il milanista al centro della difesa. Ricci prenderà il posto di Berardi sull'out di destra, con i compiti che solitamente spettano all'esterno d'attacco del Sassuolo. Dalla parte opposta capitan Benassi, con Pellegrini e Cataldi al centro del campo. Davanti, con Cerri, spazio a uno tra Rosseti Monachello

Italia Under 21 (4-3-3): Cragno; Calabria, Caldara, Romagnoli, Masina; Cataldi, Pellegrini, Benassi; Cerri, Rosseti, Ricci. All.: Di Biagio.

Serbia Under 21 (4-3-3): Cupic; Antonov, Filippovic, Jovanovic, Pankov; Lukovic, Ristic, Lukic; Cavic, Zvkovix, Pantovic. All.: Sivic.