Juventus - Sassuolo: le pagelle

Due gol di Higuain e uno di Pjanic regalano il terzo successo consecutivo ai bianconeri che, in attesa di Genoa e Samp, sono già da soli in testa alla classifica.

Juventus - Sassuolo: le pagelle
Juventus - Sassuolo: le pagelle

La Juventus trova i suoi due nuovi acquisti dal primo minuto e loro non deludono: Higuain sigla una doppietta nell'arco di dieci minuti che mette in ghiaccio la partita, Pjanic rifinisce il tutto con il 3-0 momentaneo. E' una vittoria che fa capire bene la supremazia dei bianconeri in questo campionato, che ora possono guardare all'esordio in Champions League con più serenità. Deludono invece i ragazzi di Di Francesco che disputano una delle peggiori partite degli ultimi anni e l'assenza di Berardi non può giustificare questo enorme passo indietro.  

JUVENTUS:

Buffon: 5.5. Mai veramente impegnato in partita, ma il gol preso è soprattutto colpa sua.

Benatia: 6. Soffre un po' Politano nel secondo tempo, ma tutto sommato fa il suo dando altri buoni segnali nell'integrazione con la BBC storica

Bonucci: 6.5. E' tornato e si vede. Difesa più sicura e lanci precisi per gli attaccanti e gli inserimenti dei centrocampisti.

Chiellini: 6. Buona prova del centrale livornese che si riscatta dopo le brutte prestazioni offerte in azzurro.

Lichtsteiner: 7. Rispolverato per l'occasione, il treno svizzero non si fa trovare impreparato. Tanta spinta, un gol sbagliato e un gol salvato sulla linea di porta. Affidabile

Khedira: 7. Altra grande partita del centrocampista tedesco. Tanti inserimenti, qualche gol sfiorato, tanta corsa e anche l'assist per il secondo gol di Higuain. Avvio di stagione magnifico per lui. (72' Hernanes: 6. Non viene aiutato dallo Stadium che ogni tocco di palla mugugna, però fa il suo dovere senza sbagliare.) 

Pjanic: 7. Esordio e gol per il neo acquisto juventino. A differenza di quanto ci aspettavamo non fa il regista, ma la mezz'ala e proprio con l'inserimento tipico delle mezze ali bianconero trova il momentaneo 3-0.

Lemina: 6.5. Buona prestazione anche del centrocampista gabonese che si è guadagnato la riconferma da regista e probabilmente la maglia di titolare fino al rientro di Marchisio.

Alex Sandro: 6.5. Anche per lui questa partita è l'ennesima fatta di sostanza, corsa e cross perfetti. Va anche vicino al gol con il destro che non è proprio il suo piede.

Higuain: 8. Dieci minuti, due gol, partita in ghiaccio. Cosa volere di più? (70' Mandzukic: 6. Entra a partita chiusa e fa il suo)

Dybala: 7. Partita frizzante della Joya che dispensa assist a destra e a manca. La nuova posizione da regista avanzato lo allontana dalla porta ma lo rende devastante per le difese avversarie. (90' Pjaca: S.V. Entra per tre minuti, troppo pochi per lasciare il segno.)

SASSUOLO:

Consigli: 6.5. Nessuna colpa sui tre gol presi e ne salva almeno altri tre evitando alla sua squadra di naufragare.

Gazzola: 5. Soffre le discese di Alex Sandro in modo terribile, l'esterno juventino lo ha sempre saltato. Forse Di Francesco farebbe bene a provare Lirola.

Antei: 5. Sul secondo gol della Juventus resta a guardare il Pipita che con una girata mette la palla in rete. Imbambolato anche sul terzo gol dopo la traversa di Pjanic. Il gol del 3-1 non basta per salvare la sua partita.

Acerbi: 5.5. Meglio del suo compagno di reparto, ma anche lui sul raddoppio juventino resta fermo a guardare Higuain

Peluso: 5. Soffre Dybala che si allarga spesso e volentieri, nel secondo tempo perde Lichtsteiner regalandogli una palla gol e non spinge mai, ma proprio mai.

Pellegrini: 5. Il compito affidatogli non era facile, ma Pjanic è passato come, quando e dove ha voluto. (57' Missiroli: 6. Entra per mettere minuti nelle gambe e sfiora anche il 3-2)

Magnanelli: 5. Come il suo compagno di reparto subisce tremendamente il centrocampo juventino, non concentrato

Duncan: 5. Vale quello che è stato detto per gli altri due centrocampisti neroverdi, per sua fortuna Khedira riapparirà solo tra 37 partite.

Politano: 6.5. Decisamente il migliore dei suoi. Nel primo tempo è quello che prova a dare la sveglia e nel secondo va vicino al gol scoprendo anche alcune crepe nella difesa juventina

Matri: 5. Probabilmente sente la pressione di essere un ex, ma il centravanti di Sant'Angelo Lodigiano non ne azzecca una. Sempre fuori dalla partita, sbaglia anche le cose più semplici. (57' Iemmello: 6. Entra e prova a combinare qualcosa con Politano senza però riuscirci)

Ragusa: 6. Dopo Politano è quello che va più vicino al gol colpendo il palo nell'unica volta in cui Benatia e Bonucci se lo sono fatti scappare. (80' Ricci: 6. Buon esordio per il ragazzo scuola Roma. Entra e dà vivacità all'attacco neroverde facendo anche ammonire Benatia. Di sicuro avvenire).