Focus Lega Pro: quarta giornata e prossimo turno

Alessandria sempre a punteggio pieno, nel girone C prende corpo la bagarre Lecce-Foggia, con i giallorossi che si coccolano il capocannoniere Caturano. Nel big match del girone B, il Venezia sbanca il "Tardini" di Parma, al termine di un incontro rocambolesco.

Focus Lega Pro: quarta giornata e prossimo turno
Fonte:web

La maratona Lega Pro non conosce respiro e, dopo l'esaltante terzo turno disputato lo scorso week-end, si è tornati in campo per il primo turno infrasettimanale della stagione: le squadre dello stivale impegnate si sono affrontate tra martedì e giovedì. Lo spettacolo e i goal non sono di certo mancati. Nel girone A sembra essere l'Alessandria di mister Braglia ad avere una marcia in più, il Pordenone poi sembra aver rotto gli equilibri nel B e in quello meridionale è duello a distanza di 280 km tra Lecce e Foggia. E' poi la Lega Pro ad avere il primo recordman in assoluto in Italia: si tratta di Salvatore Caturano, attaccante del Lecce, che, con la doppietta a segno al Catanzaro, raggiunge 7 goal in campionato (8 già in stagione). Niente male per un attaccante che viaggia alla media di 1 goal ogni 50 minuti: un vero asso a disposizione di mister Padalino. Una media, quella dell'attaccante di Scampia, superiore a quella di Higuian della scorsa stagione. 

Fonte: profilo Facebook ufficiale U.S. Alessandria 1912

GIRONE A - Con un goal di Fischnaller, l'Alessandria batte in casa l'Arezzo e conquista la quarta vittoria consecutiva. Una gara sofferta, che però alla fine ha sorriso ai grigi. Per la squadra di mister Braglia migliore inizio non si poteva prospettare. Segue a ruota la Cremonese a quota 10 punti, che con i due goal di Scappini e Brighenti liquida la Giana Erminio e si guadagna il secondo posto in solitaria in classifica. Il Livorno, contro un Como in 10 dal 54^minuto (rosso a Fietta), si guadagna la terza vittoria in campionato, grazie al goal di Venitucci all'80^minuto. Anche il Tuttocuoio vince e si catapulta in zona playoff: per i neroverdi secondo successo di fila, questa volta 2-0 su un'altra toscana, la Lucchese. Arriva la prima vittoria in campionato per l'Olbia che batte 1-0 la Pro Piacenza e per il Renate che vince 2-3 in rimonta contro la Racing Roma. Tre i pareggi: due a reti bianche tra Piacenza e Viterbese e, Siena e Lupa Roma e uno 1-1 tra Pistoiese e Pontedera. La Carrarese, strapazzando 4-0 nel derby toscano il Prato, in un sol colpo abbandona l'ultima casella in classifica, consegnandola proprio ai cugini di Prato, si proietta fuori dalla zona rossa. Ancora a secco di vittorie anche Siena, Lupa Roma e Lucchese che occupano i bassi fondi della classifica.

Classifica: Alessandria 12 pt, Cremonese 10 pt, Livorno 9 pt, Tuttocuoio 8 pt, Arezzo 7 pt, Renate, Viterbese 6 pt, Piacenza, Giana Erminio, Olbia 5 pt, Como, Carrarese 3 pt, Pontedera, Pistoiese, Pro Piacenza, Carrarese, Racing Roma, Lupa Roma 2 pt, Siena, Lucchese, Prato.

Prossimo turno: Como-Siena, Livorno-Lucchese, Lupa Roma-Olbia, Renate-Pro Piacenza, Viterbese-Prato, Pontedera-Racing Roma, Arezzo-Tuttocuoio, Carrarese-Cremonese, Piacenza-Alessandria, Giana Erminio-Pistoiese.

GIRONE B - Come già preannunciato nella "puntata" precedente, il girone B sembra essere quello più equilibrato: è il Pordenone, adesso, a portarsi davanti a tutte in classifica. 10 punti frutto di 1 pareggio e 3 vittorie, l'ultima delle quali a 2-0 a Mantova, con le reti di Azzi e Martignago. Secondo a parimerito col Bassano, che pareggia 1-1 col Sudtirol, c'è il Venezia di Pippo Inzaghi. Proprio nel match di cartello dell'intero programma di Lega Pro, i ragazzi di "super Pippo" riescono a strappare un successo insperato nel campo di quella che dovrebbe essere "l'ammazza campionato" del girone, per via dell'organico di prim'ordine allestito e delle aspettative societarie. Dopo il vantaggio di Evacuo su rigore, a due minuti dall'inizio, gli ospiti riescono prima a pareggiarla insperatamente all'89^minuto con Moreo e poi a ribaltarla, cogliendo di sorpresa un Parma in bambola, nei minuti di recupero con l'ex Udinese Maurizio Domizzi. Niente da fare quindi per la corazzata emiliana, che stecca clamorosamente una delle partite più importanti del suo campionato, dopo esser stata in vantaggio per 88 minuti, per giunta in casa. Prima segnali di cedimento della panchina di Apolloni? Tutt'altra aria si respira a Venezia, dove questo successo caricherà di tanto entusiasmo l'ambiente che circonda Inzaghi. Dopo lo stop interno col Mantova, vince anche la Sambenedettese che batte fuori casa il Gubbio, alla prima sconfitta in campionato. Modena e Fano riescono a trovare le loro prime vittorie della stagione, battendo rispettivamente Teramo per 1-2 (reti di Jefferson per i locali, doppietta di Schiavi per gli ospiti) e, Padova, in casa, per 3-1. Pareggiano Forlì-Albinoleffe (2-2), Maceratese-Ancona (0-0), tutte squadre già alla ricerca di punti vista la precaria situazione in classifica e, Feralpisalò-Lumezzane (2-2).

Classifica: Pordenone 10 pt, Bassano, Venezia 8 pt, Santarcangelo, Gubbio, Feralpisalò 7 pt, Sambenedettese 6 pt, Mantova, Modena, Parma 5 pt, Reggiana, Lumezzane, Padova, Fano, Sudtirol 4 pt, Albinoleffe 3 pt, Maceratese, Ancona 2 pt, Teramo, Forlì 1 pt.

Prossimo turno: Pordenone-Parma, Lumezzane-Bassano, Ancona-Venezia, Santarcangelo-Teramo, Feralpisalò-Gubbio, Sambenedettese-Fano, Albinoleffe-Mantova, Padova-Maceratese, Sudtirol-Forlì, Modena-Reggiana,

GIRONE C - E' sempre più dominio pugliese: è sempre più Lecce-Foggia, col Matera da fare da terzo incomodo. E' questa la situazione in cima la classifica del girone C, con Padalino e Stroppa che contano quattro vittorie a testa: i rossoneri hanno vinto 1-0 sul difficile campo di Francavilla, grazie alla rete di Sarno ad inizio ripresa, quindi il Lecce ha liquidato 3-0 un Catanzaro in crescita, grazie ai sigilli Caturano (doppietta) e Torromino. E' proprio l'attaccante ex Bari, ad essere l'arma in più di questo Lecce. Meritata quindi la copertina per il bomber di Scampia che sta facendo sognare un popolo intero, con giocate e goal da categorie superiori ed una media niente male, che fa invidia a marcatori importanti della serie A come ad esempio Gonzalo Higuian, l'anno scorso 36 goal in stagione. Potrebbe essere lui il nuovo bomber dopo Pietro Iemmello, ex Foggia, approdato a Sassuolo ? E non scherza neanche Torromino, al quarto goal in quattro partite: una media da vero bomber, per un attaccante esterno che predilige saltare l'uomo e fornire assist. Vince anche il Matera, corsaro a Vibo Valentia 1-0 grazie a Iannini. Successo importante per la squadra di Auteri, che domenica avrà il delicato esame in casa contro il Catania, che in questa giornata ha pareggiato al "Granillo" di Reggio Calabria 1-1 con la Reggina. Il Cosenza si riscatta dopo le due sconfitte di fila e vince 3-0 contro il malcapitato Melfi alla terza sconfitta consecutiva, con le marcature di Statella, Gambino e Cavallaro. Partita già in ghiaccio alla mezz'ora del primo tempo. Anche la Fidelis Andria vince e riesce a liberarsi dal "peso" della prima vittoria: la Paganese si arrende sotto i colpi di Fall e Mancino, condannado la Paganese al penultimo posto, dietro al Catania penalizzato. Vittoria molto importante per la Juve Stabia, che si mantiene nelle zone alte della classifica battendo 2-1 il Messina: al vantaggio ospite di Pozzebon risponde "El Diablo" Marotta e Atanasov. Vittorie infine per Cassertana e Fondi, che simpongono 2-1 sul Taranto e 2-0 sull'Akragas. Siracusa-Monopoli finisce 1-1.

Classifica: Lecce 12 pt, Foggia, Matera 10 pt, Juve Stabia 9 pt, Cosenza 6 pt, Casertana 5 pt, Fondi, Taranto, Reggina, Virtus Francavilla 4 pt, Monopoli, Fidelis Andria, Vibonese, Catanzaro 3 pt, Melfi, Siracusa 2 pt, Akragas, Paganese 0 pt, Catania -1 pt.

Prossimo turno: Lecce-Casertana, Messina-Foggia, Taranto-Andria, Matera-Catania, Juve Stabia-Siracusa, Monopoli-Reggina, Melfi-Fondi, Cosenza-Vibonese, Catanzaro-Paganese, Akragas-Virtus Francavilla.

Si ritorna in campo già sabato per il quinto turno: da tener d'occhio rispettivamente Piacenza-Alessandria per il girone A, Pordenone-Parma per quello B e, Matera-Catania per il C. Alla prossima puntata !