Palermo, ci pensa Nestorovski! Atalanta sempre più giù

Il gol del centravanti macedone condanna i bergamaschi alla seconda sconfitta consecutiva.

Palermo, ci pensa Nestorovski! Atalanta sempre più giù
Atalanta
0 1
Palermo
Atalanta: Berisha; Konko, Masiello, Toloi, Dramé; Kessie, Freuler (dall'11' s.t. Grassi); Spinazzola, Gomez, D'Alessandro (dal 20' s.t. Kurtic); Pinilla (dal 31' s.t. Paloschi).
Palermo: Posavec; Cionek, Goldaniga, Andelkovic; Rispoli, Chochev, B. Henrique (dal 14' s.t. Jajalo), Aleesami; Diamanti (dal 39' s.t. Balogh), Hiljemark (dal 22' s.t. Gazzi); Nestorovski.
SCORE: 0-1, min. 89, Nestorovski.
ARBITRO: Davide Ghersini (Genova). Ammoniti: Kessiè, Toloi, Masiello (A). Diamanti, Cionek (P).

Vittoria per il Palermo a Bergamo. La squadra di De Zerbi viene trascinata dal gol allo scadere di Nestorovski. Altra sconfitta per Gasperini, Atalanta che non convince nemmeno sotto il punto di vista del gioco. Sottotono Kessiè, Gomez e Pinilla uniche luci nell'attacco orobico.

I padroni di casa si schierano con il 4-2-3-1, Konko, Masiello, Toloi e Dramè compongono la linea difensiva, Kessiè e Freuler giocano alle spalle di Gomez, Spinazzola e D'Alessandro, a loro volta a supporto di Mauricio Pinilla. Palermo schierato da De Zerbi col 3-4-2-1, Cionek, Goldaniga e Andelkovic in difesa, Rispoli, Chochev, Henrique e Aleesami a metà campo, Diamanti e Hiljemark alle spalle di Nestorovski.

La partita comincia a ritmi elevati con l'Atalanta che mette una buona pressione ai siciliani che vengono schiacciati nella loro metà campo e rischiano di andare sotto. D'Alessandro viene servito da Pinilla, salta Aleesami e calcia in porta, Posavec blocca in presa sicura. Al 15' si fa vedere anche il Palermo, pericoloso in precedenza solo con una punizione centrale di Diamanti. Spinge molto Rispoli sulla corsia di destra, in difficoltà Dramè, l'italiano è il più pericoloso dei suoi soprattutto quando, sugli svilluppi di un calcio d'angolo per l'Atalanta, parte in contropiede con Diamanti e arriva al tiro che si infrange però sul palo. Sulla respinta Hiljemark non riesce ad insaccare.

Ritmi sempre bassi, Atalanta pericolosa su palla inattiva con Masiello che di testa impegna Posavec, e dalla distanza, con Gomez che ci prova ma il suo destro non è abbastanza potente. Non riesce ad attaccare bene il Palermo, rimane abbastanza isolato Nestorovski, spinge bene l'Atalanta in chiusura di primo tempo con Kessiè che non riesce a dare potenza al suo colpo di testa su assist di Pinilla. Proprio il cileno arriva puntuale sul cross di Dramè al 45' ma non riesce a coordinarsi bene e non inquadra lo specchio. Finisce 0 a 0 il primo tempo. Nella ripresa spinge ancora la formazione bergamasca che va vicinissima al vantaggio con D'Alessandro che sfutta il liscio di Andelkovic sul passaggio di Pinilla per puntare la porta, ma il suo sinistro è impreciso e finisce alto sopra la traversa.

Ci prova ancora Gomez dalla distanza, destro deviato da Henrique che mette in difficoltà Posavec, bravo comunque a mettere in corner, torna a farsi pericoloso il Palermo con Hiljemark che dalla distanza va vicino al gol. E' l'Atalanta però ad avere il dominio del campo ma non riesce a sfruttarlo, rendendosi pericolosa solamente con Gomez, di testa, da posizione complicata e con Pinilla e Toloi, entrambi vicini al gol su calcio d'angolo. De Zerbi prova a scuotere i suoi inserendo Gazzi per Hiljemark e Jajalo per Henrique, entrano Paloschi e Kurtic nell'Atalanta ma è il Palermo ad andare vicino al gol con Goldaniga che su azione da calcio d'angolo mette sul fondo da posizione favorevole e senza avversari intorno.  

La partita scorre verso il finale con le squadre che sembrano accontentarsi del pareggio ma proprio al 90' arriva il gol, a sorpresa, del Palermo con Nestorovski che è il più veloce a piombare sul cross sul primo palo di Chochev e riesce ad insaccare battendo Berisha. Non ha tempo di reagire l'Atalanta di Gasperini, finisce 1-0 per il Palermo che sale a cinque punti in classifica raggiungendo Pescara e Torino. Prossimo match per i siciliani sabato contro la Juventus mentre gli orobici faranno visita al Crotone, reduce da una goleada subita all'Olimpico di Roma contro i giallorossi.