Finalmente Sassuolo, Di Francesco: "Era fondamentale tornare alla vittoria. Sono contento"

Il tecnico dei neroverdi si gode il 3-0 all'Empoli, commentando così la vittoria nel post partita.

Finalmente Sassuolo, Di Francesco: "Era fondamentale tornare alla vittoria. Sono contento"
Finalmente Sassuolo, Di Francesco: "Era fondamentale tornare alla vittoria. Sono contento"

"Al di là del fatto che abbiano rallentato quelle dietro, mi interessava tornare alla vittoria. Siamo stati bravini. Potevamo gestire meglio il vantaggio. Ma ci sono tanti giovani che devono migliorare. Ma oggi comunque sono contento. Ad essere sinceri il risultato non rispecchia la partita, troppi gol di scarto".

E' un soddisfatto Eusebio Di Francesco quello che a caldo, in conferenza stampa, ha commentato la vittoria del suo Sassuolo contro l'Empoli. Dopo un periodo no di risultati torna al successo la squadra neroverde, che approfitta di due rigori nel primo tempo per archiviare la pratica prima di chiuderla con Ragusa nella ripresa.

"Non son riuscito a vedere il secondo rigore, così come non ho visto il fuorigioco su cui è stato annullato il loro gol. Non ho rivisto gli episodi. Il primo mi sembrava netto, sul secondo hanno protestato, avranno visto qualcosa. La difesa? Almeno non abbiamo preso gol, a Genova abbiamo fatto una partita perfetta e in cinque minuti abbiamo rovinato tutto. Magari oggi è girata in senso positivo. La vittoria è meritata, il risultato così rotondo magari non rispecchia la partita ma ci voleva".

Un Di Francesco schietto e sincero, che ha così messo alle spalle le difficoltà delle ultime gare: "Ci siamo tolti un peso perché era tanto che non vincevamo. Oggi siamo stati cinici e determinati, almeno per 70'. Poi potevamo gestire meglio il vantaggio e cercare meglio il quarto gol. Non ho potuto cambiare gli esterni per dar freschezza alle ripartenze perché ho avuto problemini a centrocampo. Volevo fare esordire Pellegrini ma ho avuto cambi obbligati".

Infine, l'analisi delle singole prestazioni, oltre ad uno sguardo alle condizioni di Pellegrini: "Ha preso una botta al ginocchio dove aveva male, poi aveva i crampi perché non si è allenato tantissimo ultimamente. Abbiamo tanti giocatori non al top e da qui a Natale giochiamo tanto. Speriamo di recuperare. Ricci e Ragusa sono cresciuti tanto, possono fare ancora meglio, soprattutto Ricci che ha grande disponibilità, ma spesso non vede oltre la sua giocata".

A chiudere la gara ci ha pensato Ragusa, che ha così parlato del match e del suo gol: "Finalmente è arrivata la vittoria. Forse la prestazione non è stata perfetta, ma l'importante era fare punti, aiuta per il morale e serve ad affrontare le prossime partite. Era da troppo che non si vinceva. Ci temiamo stretti i tre punti e pensiamo già alla prossima. La classifica? Abbiamo lasciato qualche punto per strata, la colpa è nostra, dobbiamo imparare dagli errori. Io in crescita? Giocare aiuta a crescere. Io cerco di sfruttare le occasioni che mi dà il mister dando sempre tutto me stesso".

Infine, la chiosa spetta a Ricci, autore del secondo gol su rigore: "Era una partita importantissima per noi, volevamo vincerla. L'Empoli è una squadra rognosa, non è stato facile e siamo contenti della vittoria. La crescita? Ci sono state difficoltà iniziali, ora sia io che Ragusa stiamo crescendo partita dopo partita. Dobbiamo continuare così. Il rigore? Pellegrini aveva battuto il primo, lui è un mio grande amico, gli ho chiesto di battere io il secondo visto che oggi eravamo io e lui i due rigoristi e ho segnato".

Fonte dichiarazioni TuttoSassuoloCalcio.Com