Coppa Italia 2016/17: il Cesena è già rivelazione?

La squadra di Camplone ha superato gli ottavi di finale battendo in rimonta il Sassuolo per 2-1, divenendo l'unica squadra di Serie B a rimanere ancora in corsa.

Coppa Italia 2016/17: il Cesena è già rivelazione?
Il Cesena elimina a sorpresa il Sassuolo e passa ai quarti. Foto: Sport Mediaset

In attesa del match di questa sera tra Roma e Sampdoria, che chiuderà gli ottavi di finale della Coppa Italia, è stata registrata una grande sorpresa nella giornata di ieri. Si tratta del Cesena, che nel pomeriggio si è aggiudicata il derby emiliano con il più forte Sassuolo. La squadra allenata da Andrea Camplone, dopo aver subito la rete neroverde di Pellegrini, ha ribaltato il risultato negli ultimi dieci minuti grazie al rigore trasformato da Ciano e al gol dell'ex Karim Laribi.

Foto: Sport Mediaset

La squadra del cavalluccio ​è la vera sorpresa dell'edizione 2016/17 della Coppa Italia, rimanendo l'unico club militante in Serie B superstite nella competizione. L'altra squadra cadetta ancora in corsa era lo Spezia, ma i liguri si sono trovati di fronte un Napoli in grande forma il quale è riuscito a superare il turno senza problemi. Proprio lo Spezia fece un buon cammino nella scorsa edizione del torneo, con un buon piazzamento ai quarti di finale. Anche il club ligure si rese protagonista di una sorprendente eliminazione agli ottavi, superando la Roma ai calci di rigore. Nel turno successivo la sfida con l'Alessandria, altra rivelazione della coppa, il quale si concluse con la vittoria dei piemontesi per 2-1.

L'attuale cammino in Coppa Italia del Cesena è molto simile a quello dello Spezia dello scorso anno. Infatti, entrambe sono riuscite ad eliminare due squadre di Serie A: lo scorso anno, lo Spezia eliminò anche il Frosinone (terzo turno), mentre il Cesena quest'anno l'Empoli. I romagnoli, però, hanno un dato a favore: fino ad ora i giocatori bianconeri sono riusciti a segnare otto gol, quattro in più dello Spezia 2015/16, subendone finora soltanto due. Inoltre, a differenza della compagine ligure, il Cesena non ha terminato nessuna gara ai rigori (mentre lo Spezia due volte). Se poi andiamo a vedere anche l'andamento in campionato di entrambi i collettivi, possiamo trovare una situazione simile: lo Spezia al termine del girone d'andata dello scorso campionato cadetto era situata al dodicesimo posto ed era più vicina alla zona retrocessione che a quella promozione; situazione peggiore per il Cesena nell'attuale stagione, poiché si trova in diciottesima posizione ed è seriamente coinvolta nella lotta per la permanenza nella categoria.

Il Cesena è la rivelazione di quest'anno, visto che è l'unica squadra di B a qualificarsi ai quarti di finale. Foto: Sport Mediaset

Per la squadra di Camplone, dunque, un buon piazzamento in Coppa Italia rappresenterebbe comunque una grande soddisfazione. Anche se la coppa nazionale non ha un grande rilievo nel calcio italiano, l'approdo tra le prime otto è comunque un grande risultato soprattutto per una squadra di Serie B come il Cesena. Ciò migliora anche il morale nell'ambiente, cosa importantissima per affrontare al meglio la seconda parte di stagione. Le partite del girone di ritorno saranno delicatissime per gli emiliani, se non vogliono trascorrere il prossimo anno in Lega Pro. Per quanto riguarda lo Spezia dell'anno scorso, dopo la vittoria con la Roma la squadra di Di Carlo riprese alla grande il campionato: nel girone di ritorno, la compagine ligure collezionò undici vittorie, sette pareggi e quattro sconfitte classificandosi al settimo posto finale e qualificazione ai playoff.