Crotone, Nicola suona la carica dopo il match con l'Empoli: "Crediamo alla salvezza"

I calabresi al secondo successo stagionale vengono rappresentati in tutta la loro gioia dal loro allenatore, che crede ancora nel quartultimo posto dopo la vittoria nello scontro diretto.

Crotone, Nicola suona la carica dopo il match con l'Empoli: "Crediamo alla salvezza"
Falcinelli esulta dopo aver siglato l'1-0. | SportMediaset.it

E' Crotone-show nella 22esima giornata di Serie A. Infatti i calabresi oggi hanno ottenuto un convincente successo ai danni dell'Empoli addirittura per 4-1, con la tripletta di Falcinelli dopo la prima marcatura di Stoian. Questa vittoria in uno scontro diretto rilancia le speranze di salvezza dei rossoblù dunque, che non hanno mai smesso di credere alle possibilità di raggiungere una posizione che gli garantisca la permanenza nel torneo di massima caratura nazionale.

Parola di Davide Nicola, la speranza non è mai finita. Intervistato ai microfoni di Sky Sport, l'allenatore ex Livorno ha liberato tutta le propria gioia, partendo da ciò che rappresenta questo match. E le speranze di continuare il sogno non sono mai terminate: "E’ una partita importante, bisogna sempre fare punti contro tutti, ma ci sono alcune gare come quella contro l’Empoli che, essendo uno scontro diretto, permetterebbero di ridurre lo svantaggio rispetto al quartultimo posto. Non abbiamo mai abbandonato le speranze di inseguire questo sogno e la prestazione della squadra ha detto questo".

L'analisi della prestazione nel match, vista sotto un aspetto puramente tecnico-tattico. Cosa è andato, cosa non è andato, gli errori commessi durante il match ma anche la sfortuna nel prendere gol alla prima occasione: "Ce la metteremo tutta, ho visto una buonissima squadra per 35 minuti, poi ci siamo abbassati troppo, non riuscivamo a uscire sui movimenti dell'Empoli e abbiamo subito un po’ il loro possesso palla, anche se abbiamo preso gol sull'unico tiro subito". Il cinismo degli uomini di Martusciello, però, era previsto, e dunque nessuna sorpresa. E c'è stato anche un aumento di livello nella seconda parte di match: "Nel secondo tempo siamo riusciti ad alzare nuovamente il baricentro, siamo stati più lucidi e sereni. Per noi fare quattro gol non è usuale, siamo contenti anche di questo".

La conclusione, con i complimenti agli 11 scesi in campo e non soltanto a Diego Falcinelli, gran protagonista e realizzatore. Il mister esce soddisfatto dall'incontro dell'Ezio Scida e oggi rilancia le sue ambizioni, vista una squadra così lucida: "Abbiamo fatto quello che volevamo rimanendo lucidi, senza nervosismo. La differenza non l'ha fatta solo Falcinelli ma tutta la squadra. Abbiamo perso le distanze solo per pochi minuti nel primo tempo ma nel secondo non c’è stata partita".