Serie A, ecco le decisioni del Giudice Sportivo

8 gli squalificati in tutto: il Palermo farà a meno di 3 uomini. 2 a testa per Fiorentina e Bologna.

Serie A, ecco le decisioni del Giudice Sportivo
Celii espelle Goldaniga contro il Napoli, www.ilovepalermocalcio.com

Sono state rese note le decisioni del Giudice Sportivo in merito alle squalifiche dei calciatori di Serie A da scontare nel 23esimo turno. In Napoli-Palermo, il difensore rosanero Edoardo Goldaniga ha subito un cartellino rosso diretto "per un fallo grave di giuoco" che gli costerà una giornata di squalifica; nella stessa partita, Robin Quaison e Giancarlo Gonzalez sono stati ammoniti per la quinta volta in stagione e sono così costretti ad osservare un turno di stop - il Palermo non avrebbe comunque avuto a disposizione lo svedese dopo la cessione ufficiale al Mainz. Nella sfida salvezza contro il Crotone dunque Diego Lopez dovrà fare a meno di due tasselli fondamentali nella difesa rosanero. 

Anche il Bologna non potrà disporre di due elementi nel match casalingo contro il Napoli di sabato sera. Contro il Cagliari il terzino Emil Krafth ha commesso un fallo "su un avversario in possesso di una chiara occasione da goal" e gli è stato sventolato un cartellino rosso diretto, mentre il centrocampista Federico Viviani ha subito due cartellini gialli. Entrambe le sanzioni prevedono un turno di squalifica.

Stessa situazione per la Fiorentina, che nel recupero della 19esima giornata contro il Pescara all'Adriatico non potrà schierare né Federico Bernardeschi, che è stato espulso in occasione del fallo di mano commesso per evitare la segnatura nella partita contro il Genoa, né Davide Astori, che ha subito il quinto cartellino giallo stagionale. Entrambi i calciatori saranno a disposizione di Paulo Sousa per la trasferta dell'Olimpico contro la Roma del 7 febbraio. 

L'ottavo giocatore della lista è Fabrizio Cacciatore del Chievo, che salterà il match casalingo contro l'Udinese dopo aver raggiunto quota cinque cartellini gialli in questo campionato. 

Infine ammenda di 2500 € per la Roma "per avere i suoi sostenitori fatto esplodere un petardo nel proprio settore al 31° del primo tempo, nonché per aver acceso fumogeni nel proprio settore al 22° ed al 31° del secondo tempo; sanzione attenuata ex art. 13, comma 1 lett. b) ed e) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza".