Crotone, prosegue l'avvicinamento alla sfida di Bergamo

I pitagorici anticipano di sabato (ore 18:00) l'impegno della 25^ giornata di Serie A. All'Atleti Azzurri d'Italia sono attesi dalla favola Atalanta.

Crotone, prosegue l'avvicinamento alla sfida di Bergamo
Il Crotone prepara la sfida di Bergamo, in casa dell'Atalanta

Non ci sono precedenti in Serie A, ed a Bergamo, fra Atalanta e Crotone. L’unico incrocio è quello del girone d’andata quando le due squadre si sfidarono sul rettangolo verde dello Stadio Adriatico di Pescara. Fu un 3-1 in favore degli orobici, griffato dalle reti di Petagna, Kurtic, Gomez e Simy. Solo in Serie B le due compagini si sono affrontate a Bergamo, in due occasioni: nella stagione 2005/2006 il match si concluse 1-0 in favore dei padroni di casa, nella stagione 2010/2011 ci fu sempre un successo casalingo, questa volta per 2-0.

Il Crotone è l'unica squadra a non aver ancora vinto in trasferta (il Pescara lo ha fatto, ma a tavolino, 0-3 in casa del Sassuolo) e l'impegno di sabato non sembra essere dei più agevoli per poter invertire questo nebuloso trend. La preparazione in vista della trasferta lombarda prosegue senza soste al campo d'allenamento di Steccato di Cutro, dove mister Davide Nicola può sorridere in quanto recupera Stoian debilitato nei giorni scorsi da una fastidiosa sindrome influenzale. E' lui l'indiziato numero uno a ricoprire il ruolo di esterno nel 5-4-1 con cui i "pitagorici" molto probabilmente si presenteranno al cospetto della Dea.

Fermo ai box Rohden, la mediana più probabile potrebbe essere quella composta da Barberis e Crisetig, con ai lati il rientrante Stoian da una parte e Tonev dall'altra. Falcinelli titolare inamovibile pronto a far reparto da solo, mentre la folta retroguardia vedrà ancora protagonista il belga Dussenne.

A margine dell'allenamento odierno, ha parlato l'esterno d'attacco Andrea Nalini che ha come obiettivo la conquista dei tre punti a Bergamo: "Stiamo facendo quello che ci chiede il mister, dobbiamo comunque mantenere un profilo basso, lavorare sulle lacune che abbiamo avuto fino a qui. Credo che il lavoro giornaliero poi ci porti dei vantaggi, non dobbiamo mollare. La prestazione da parte nostra c'è sempre stata, dispiace perchè alcune occasioni che ci sono capitate avremmo potuto sfruttarle al meglio e raccogliere finalmente ciò che seminiamo. Non dobbiamo buttarci giù, bisogna tenere il morale alto ed arrivare a Bergamo consapevoli che possiamo fare risultato. Sappiamo che l'Atalanta è una squadra forte, che sta facendo un ottimo campionato, ma noi dobbiamo provarci, solo osando  potremmo ottenere una gioia e regalarla ai nostri splendidi tifosi".