Crotone, Nicola presenta la sfida di Bergamo: "Noi siamo cresciuti, non commetteremo gli errori della gara d'andata"

I pitagorici alla ricerca di ossigeno, di punti che gli consentirebbero di continuare a tenere accese flebili speranze di salvezza

Crotone, Nicola presenta la sfida di Bergamo: "Noi siamo cresciuti, non commetteremo gli errori della gara d'andata"
Nicola catechizza i suoi in vista del difficile impegno in casa dell'Atalanta

Il Crotone renderà visita all'Atalanta con il chiaro di intento di strappare via punti utili per giocarsi le ultime speranze di permanenza in Serie A. Non è dei più agevoli l'impegno per gli "squali" rossoblù, una trasferta in casa della Dea lanciatissima verso i quartiri altissimi di classifica, in piena lotta per un posto in Europa League. In caso di vittoria all'Atleti Azzurri d'Italia, il Crotone potrebbe scavalcare il Palermo al terz'ultimo posto, qualora i rosanero perdano questa sera allo Juventus Stadium contro i campioni d'Italia.

Reduci da quattro punti nelle ultime cinque gare, il Crotone ha migliorato la media punti nelle ultime giornate, ma forse non abbastanza per chi ha come obiettivo annullare il corposo gap dalla quart'ultima, attualmente di nove punti.

Il tecnico Davide Nicola, in conferenza stampa prima della partenza per Bergamo, chiede ai suoi ragazzi una prova di carattere: "Andremo a giocare contro un avversario duro, tra i più in palla dell'intera Serie A in questo momento. Stanno facendo un campionato sopra le righe, sono la sorpresa del torneo, e sarà difficile contenerli. Giocano in velocità, da grande squadra. Gasperini sta facendo un sublime lavoro. Posso dire che noi non ripeteremo la partita d'andata in cui con il nostro possesso palla sembravamo in controllo della partita ed invece tre repentine ripartenze loro ci hanno affossato, vincendo poi senza particolari problemi allo Scida".

Il Crotone affronterà questa trasferta lombarda al gran completo: "Sono sereno, l'infermeria per fortuna è quasi del tutto vuota. Solo Rohden è infortunato, mentre Martella è stato solo un paio di giorni fermo, ma ha recuperato dagli acciacchi fisici che lo hanno frenato e quindi sarà con noi. Sono contento del gruppo che ho a disposizione, chiunque sarà impiegato, farà la sua parte, per noi non è un problema giocare 4 partite in un lasso di tempo ristretto".