Serie B: Salernitana ancora KO fuori casa, il Trapani vince e si rilancia per la salvezza

Padroni di casa che segnano grazie a Maracchi, in goal sugli sviluppi di un corner. Poco o niente, il tentativo di pari dei campani, che tornano a Salerno senza i tre punti.

Serie B: Salernitana ancora KO fuori casa, il Trapani vince e si rilancia per la salvezza
Azione di gioco tra Salernitana e Trapani | Source: corrieredellosport.it
TRAPANI
1 0
SALERNITANA
TRAPANI: Pigliacelli; Fazio, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Maracchi, Colombatto, Jallow (Curiale, min. 73), Barillà (Raffaello, min. 88), Coronado (Nizzetto, min. 70); Manconi.
SALERNITANA: Gomis; Perico, Schiavi (Joao Silva, min. 75), Mantovani; Bittante, Minala, Ronaldo (Rosina, min. 46), Busellato, Vitale; Coda, Donnarumma (Improta, min. 81).
SCORE: 1-0, min. 41, Maracchi.
ARBITRO: Aureliano di Bologna (ITA). Ammonito: Schiavi (min. 36), Fazio (min. 45), Nizzetto (min. 77)
NOTE: Stadio Provinciale, gara valida per la Lega B 2016/17.

Brutto stop della Salernitana, che al Provinciale di Trapani cede a causa di una rete di Maracchi al 41'. Disputando una gara tutt'altro che positiva, infatti, i campani non riescono a segnare, impegnando poco Pigliacelli e confermandosi poco pericolosi con i propri attaccanti. Al contrario, grande prova dei siciliani, spesso pungenti con uno Jallow in stato di grazia. I ragazzi di Calori, grazie a questo 1-0, salgono così a quota 25, riportandosi prepotentemente in corsa per una salvezza insperata fino a due mesi fa. 

Padroni di casa che scendono in campo adottando un insolito 4-3-2-1: davanti a Pigliacelli, difesa a quattro composta da Fazio, Pagliarulo, Legittimo e Rizzato. Nella zona mediana del campo, chiavi del gioco affidate al giovanissimo Colombatto, protetto ai lati dalle mezz'ali Maracchi e Jallow. Unica punta, Marconi, pronto a tramutare in goal gli assist di Barillà e Coronado, trequartisti scelti da Calori. Un più coperto 3-5-2, invece, per gli ospiti, che scelgono il terzetto Perico-Schiavi-Mantovani davanti a Gomis. Ritorna titolare Alfredo Donnarumma, affiancato dall'inamovibile compagno di reparto Coda. A centrocampo spazio a Ronaldo, con Minala e Busellato a sostegno. Completano l'undici di Bollini, gli esterni bassi Bittante e Vitale.

Gara molto intensa fin dalle prime battute, con Salernitana e Trapani autrici di una serie di falli che spezzano il normale ritmo del gioco. I molti errori a centrocampo, inoltre, impediscono un normale svolgimento del gioco, che si conferma molto poco fluido fin dalle prime battute. Al 18', interrompendo una fase iniziale noiosa, si mette in evidenza la Salernitana, quando è Coda a proporre un tiro-cross che quasi non sorprende Pigliacelli. Due minuti dopo ci prova invece Maracchi, il sui tiro termina però a lato della porta protetta da Gomis. Come se si fosse interrotto l'incantesimo, la sfida prende vita una volta per tutte, con Manconi che al 23' impegna il portiere della Salernitana in una parata a due tempi. Cinque minuti dopo si mette in evidenza Barillà su punizione, respinge Gomis.

E' un ottimo momento, per il Trapani, che affonda spesso i colpi nella retroguardia campana. Un minuto prima della mezz'ora, sono sempre i siciliani ad attaccare e a sfiorare la rete, con Jallow che manda davvero fuori di poco un colpo di testa imbeccato dal giovane Colombatto. Al 39', scuotendosi dopo una fase di leggera sofferenza, avanza la Salernitana, che con Donnarumma prima e Coda poi costringe Pigliacelli a due miracolose parate. Poco male, comunque, per i padroni di casa, che facendo leva su una nota legge non scritta che tramuta in goal una rete mancata passano in vantaggio, sfruttando l'ennesimo pregevole cross di Colombatto. Autore dell'1-0, al minuto numero quarantuno, Maracchi, che sugli sviluppi di un corner approfitta di un assist involontario di Barillà per marcare una rete molto pesante. Il primo tempo si conclude di fatto al 43', quando è Donnarumma ad impegnare Pigliacelli con un tiro dalla distanza. 

Seconda frazione che comincia con il Trapani sempre in avanti, quando è Jallow a colpire con il mancino dopo una bella discesa sulla fascia. Gomis, comunque, fa buona guardia. Il calciatore ex Chievo Verona è davvero il più pericoloso dei suoi, una spina nel fianco che mette in difficoltà una retroguardia campana spesso in difficoltà al momento di chiudere gli inserimenti avversari. Al 55' ennesimo tiro dell'attaccante africano, Schiavi devia leggermente e manda in angolo. Trascorsi dieci minuti senza emozioni, a mettersi in evidenza sono sempre i padroni di casa, con Coronado che tutto da solo supera Schiavi e Perico mandando però alta la propria conclusone. Al 68' grande chance campana, quando è Vitale a non sfruttare una parata goffa di Pigliacelli, in difficoltà al momento di sventare un insidioso di Bittante. Deviato in corner, dunque, il tiro dell'esterno ospite. 

Scivolando verso l'ultimo quarto d'ora, la gara non sembra sbloccarsi, privando il pubblico presente delle tante emozioni che avevano contraddistinto il primo tempo. I vari cambi optati dai due allenatori, inoltre, scombussolano leggermente gli equilibri, con Salernitana e Trapani più attendiste che propositive. Fino al 90' succede davvero poco altro, con i siciliani che tornano prepotentemente in corsa per la salvezza grazie ad un successo convincente e rasserenante. Ennesima chance mancata, invece, per la Salernitana, che manca l'appuntamento con se stessa perdendo, ancora, lontana dalla Campania. I ragazzi di Bollini infatti, nonostante una rosa tutt'altro che poco talentuosa, non riescono ad esprimersi totalmente, perdendo punti importanti in vista di una fase playoffs che sarebbe stata alla portata. Migliore in campo per i padroni di casa, Colombatto. Per gli ospiti in evidenza Schiavi