Serie B - La Salernitana espugna Chiavari con un gol di Coda

Un gol del centravanti granata decide il match tra Salernitana e Virtus Entella. Per la squadra guidata da Bollini è la seconda vittoria consecutiva, mentre per i biancocelesti è una sconfitta che mette fine ad una striscia di cinque risultati utili di fila.

Virtus Entella
0 1
Salernitana
Virtus Entella: Iacobucci; Belli, Benedetti, Pellizzer, Baraye; Moscati, Troiano, Palermo (Tremolada, min.61); Ammari (Sini, min.84); Caputo, Catellani (Djily Diaw, min.83). A disp: Paroni, Ba, Pecorini, Filippini, Tremolada, Di Paola, Mota. All. Breda
Salernitana: Gomis; Perico, Tuia, Bernardini, Vitale; Minala, Odjer (Bittante, min.76), Zito; Improta (Silva, min.89), Coda, Sprocati (Ronaldo, min.67). A disp: Terracciano, Schiavi, Luiz Felipe, Della Rocca, Rosina, Donnarumma. All. Bollini
SCORE: 0-1, min. 34, Coda.
ARBITRO: Pinzani (ITA). Ammoniti Zito (min. 52), Minala (min. 71), Odjer (min. 74), Improta (min. 87), Sini (min. 93) Espulso Zito (min. 68)
NOTE: Posticipo 31ma giornata di Serie B. Stadio Comunale, Chiavari.

La Salernitana, con una prestazione solida e concreta espugna Chiavari e conquista tre punti fondamentali, che l'allontanano dalla zona calda della classifica. Per la Virtus Entella invece è una sconfitta pesante, in quanto con una vittoria sarebbe tornata in piena zona play-off. Gli uomini di Breda, considerando la prestazione sfoderata in questa sfida, hanno meritato di uscire sconfitti, in quanto non hanno prodotto il loro solito calcio, merito di una Salernitana estremamente ordinata ed organizzata in fase difensiva.

La squadra di Bollini ha avuto anche le occasioni per chiudere la sfida, ma i giocatori granata non si sono mai dimostrati sufficientemente cinici. La prestazione dei campani non è stata frutto della casualità, in quanto Bollini già a partire dall'undici iniziale ha fatto intendere ai suoi il tipo di partita che avrebbero dovuto fare, con la squadra granata si è presentata in campo con un offensivo 4-3-3 col tridente composto da Sprocati, Improta e Coda. Dall'altra parte Breda ha confermato il 4-3-1-2 con Ammari alle spalle del duo Catellani - Caputo

La prima conclusione del match la realizza la Virtus Entella con Baraye che tira dalla distanza, ma la sfera finisce a lato della porta difesa da Gomis. La Salernitana risponde con il cross di Vitale per Coda, anticipato da Iacobucci, ma la respinta del portiere di casa viene raccolta da Improta che calcia in porta costringendo l'estremo difensore avversario all'intervento straordinario per deviare la palla in calcio d'angolo. Al 9' granata vicini al vantaggio con Coda che calcia in maniera potente e precisa dalla trequarti sinistra, ma il suo tiro s'infrange sulla traversa a Iacobucci battuto.

Al 18' ancora Salernitana in avanti con Vitale che lancia Improta, ma l'attaccante granata viene anticipato da Baraye, il quale serve involontariamente Coda che calcia in porta, ma la palla termina non di poco sul fondo. E' il preludio al gol che arriva al 34': il n.9 dei campani finalizza un contropiede condotto dai suoi con un tiro sul primo palo che sorprende un impreparato Iacobucci. I padroni di casa reagiscono con Ammari che prova a beffare Gomis con una conclusione al volo, ma il suo tiro pecca completamente di precisione, infatti la sfera termina ben oltre la traversa.

Poco dopo ci prova anche Troiano con un tiro dalla distanza, ma anche in questo caso la palla finisce lontana dai pali della porta avversaria. Al 40' Catellani tenta la conclusione di tacco, che però non impensierisce Gomis. Prima dell'intervallo la Virtus Entella usufruisce di un calcio d'angolo che viene ribattuto dalla difesa granata, sulla respinta si avventa Palermo che calcia in porta, ma la palla sfila a lato della porta avversaria. Il primo tempo quindi termina col vantaggio della Salernitana firmato Coda.

La Virtus Entella apre il secondo tempo completamente riversata in attacco ed infatti la prima occasione della ripresa capita sui piedi di Troiano, ma il suo tiro di controbalzo termina di poco sul fondo. La Salernitana non sta a guardare ed agisce in contropiede con Coda, che serve a rimorchio Sprocati, il quale conclude da buona posizione, ma la palla finisce a lato della porta avversaria. Al 55' ancora Entella pericolosa con Troiano che stacca con i tempi giusti sul corner battuto da Moscati, ma il colpo di testa del centrocampista biancoceleste si perde di poco sul fondo. Dall'altra parte Odjer prova la conclusione dalla distanza, ma il suo tiro si perde a lato della porta avversaria.

Poco dopo anche Coda tenta la sortita da fuori area, ma anche l'attaccante campano pecca di precisione, infatti la sua conclusione finisce non di poco sul fondo. Al 67' l'Entella usufruisce di un calcio di punizione da buona posizione, alla battuta va Tremolada, che pesca in area Caputo, ma il tiro dell'attaccante biancoceleste viene ribattuto dalla difesa granata, sulla ribattuta va Baraye che però calcia a lato. Sessanta secondi più tardi la svolta della partita: Zito, già ammonito, commette fallo su Catellani beccandosi la seconda ammonizione e conseguente espulsione.

La Virtus Entella prova a sfruttare immediatamente la superiorità numerica con Pellizzer che stacca bene sul corner battuto da Tremolada, ma il suo colpo di testa viene bloccato senza troppi problemi da Gomis. Poco dopo ci prova direttamente il n.14 della squadra biancoceleste a realizzare il gol del pareggio, ma anche la sua conclusione viene neutralizzata dall'estremo difensore avversario. All'86' i padroni di casa sfiorano l'1-1 con Caputo che raccoglie una sponda di Diaw e tenta la rovesciata, ma la palla si spegne di poco sul fondo.

La Salernitana prova a chiudere la contesa in contropiede con Coda che cerca la soluzione vincente con un diagonale da fuori area, ma la palla sfila oltre il palo destro della porta avversaria. Su capovolgimento di fronte Tremolada prova a sorprendere Gomis con un tiro dalla distanza, ma il n.23 dei granata riesce a bloccare la sfera senza problemi. Nel finale la Salernitana sfiora due volte il 2-0 con Ronaldo, che prima impegna Iacobucci con un calcio di punizione, dopodiché lo impensierisce con una conclusione dalla distanza, che però viene neutralizzata con un ottimo intervento dal n.22 dei biancocelesti. E' l'ultima emozione del match che termina con la vittoria dei granata per 1-0.