Serie B - L'Hellas Verona risale: 0-2 contro il Trapani

Sorride Pecchia, sorride il Verona. Successo targato Pazzini-Luppi, che consegnano 3 punti pesantissimi alla formazione veneta, in grande risalita dopo i passi falsi di SPAL e Frosinone. Vetta a due punti.

Serie B - L'Hellas Verona risale: 0-2 contro il Trapani
fonte: la stampa.it
Trapani
0 2
Verona
Trapani : (4-3-1-2): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Maracchi, Colombatto, Barillà (Raffaello 82'); Nizzetto (Manconi 72'); Coronado, Jallow (Curiale 78').
Verona: (3-5-2): Nicolas; Bianchetti, Ferrari, Caracciolo; Pisano, F. Zuculini (Valoti 41'), B. Zuculini, Zaccagni (Luppi 70'), Souprayen; Siligardi (Fossati 78'), Pazzini.
SCORE: 1-0 Pazzini 54'; 2-0 Luppi 93'.
ARBITRO: La Penna (ITA) - Ammoniti: Colombatto, (TRA); Caracciolo, Zaccagni, Pisano, Pazzini, Valoti (VER)
NOTE: Gara valevole per la 33esima giornata di campionato di Serie B, tra Trapani e Verona, allo stadio Provinciale di Trapani.

Non è il miglior Verona della stagione, ma per oggi basta questa versione. Al Comunale passano i veneti grazie alle reti del capitano Giampaolo Pazzini al 54' - a secco nelle precedenti 4 giornate e al ventesimo centro stagionale- e a quella sul finale di Massimo Luppi. Il Trapani rimane pericolosamente incagliato in zona playout, e fallisce il terzo grande colpo consecutivo, dopo aver sconfitto compagini ben più preparate come Benevento e Bari. La nota maggiormente lieta dei granata resta Jallow, che con la propria energia aiuta sempre più significativamente Calori ed i suoi.

Ci si poteva senz’altro attendere di più, dal piano dello spettacolo e delle emozioni, nel primo tempo, da entrambe le squadre. Trapani e Verona appaiono spente, scariche, prive di idee e di spirito. Strano, perché i padroni di casa arrivavano da due successi assolutamente esaltanti con Benevento (1-3) e Bari (4-0), ma riescono a replicare atteggiamento e voglia, di fronte ad un Verona tutt’altro che propositivo e che sembra nuovamente accusare una mancanza di lucidità in fase di realizzazione.

Fatica a decollare la partita al Provinciale, spesso interrotta dalle chiamate dell’arbitro La Penna e che ha in Coronado il suo miglior animatore. Al 33’ ci prova con un potente destro da fuori, inibito da una sicura presa del portiere veneto Nicolas. La notizia più importante del primo tempo, però, non riguarda il punteggio: l’ennesimo infortunio di Franco Zuculini lo costringe ad abbandonare il campo dolorante, dopo una preoccupante torsione del ginocchio destro, già violato nel 2015 da un’operazione al crociato anteriore. Al suo posto Valoti, ma il succo non cambia gusto: 0-0, tra uno sbadiglio e l’altro, all’intervallo.

Al rientro però suona la sveglia, perché le due squadre si affrontano palesemente in maniera più convinta ed aperta, alzando il ritmo, favorendo le opportunità e conseguentemente lo spettacolo. Subito al 46’ uno schema da calcio di punizione libera Barillà che spara su Nicolas, e sulla ribattuta segna Pagliarulo, ma la posizione è irregolare. Qualcosa si muove, ed infatti al 54’ arriva il gol del vantaggio del Verona grazie al solito Giampaolo Pazzini (20 in campionato), che si infila tra i centrali siciliani e insacca il pallone crossato dalla sinistra. 

Il Trapani, però, non ci sta, e ci prova soprattutto con le accelerazioni di Jallow, che mettono in confusione la macchinosa difesa gialloblù. Al 61’ la sgasata più minacciosa, che vede l’attaccante del Gambia saltare 3 uomini ed arrivare a tu per tu con Nicolas, che se la vede arrivare addosso e sventa la conclusione anche con una buona dose di fortuna. Al 93', poi, Luppi firma con la rete del 2-0 il successo dei veneti in casa del Trapani.

Il Verona alla fine riesce nella missione in Sicilia. Un successo di importanza incalcolabile, che pesa ancora di più dati i risultati negativi delle rivali SPAL e Frosinone.