Crotone, testa all'Inter. Trotta: "Vogliamo la vittoria"

Prosegue il lavoro dei calabresi in vista del match contro i nerazzurri.

Crotone, testa all'Inter. Trotta: "Vogliamo la vittoria"
Trotta, festeggiato dai compagni (foto: Mediagol)

Dopo la fondamentale vittoria contro il Chievo, vittoria che ha ridato gioia e speranza ai tifosi e ai giocatori calabresi, il Crotone di mister Davide Nicola continua a preparare il prossimo impegno di campionato, che vedrà i rossoblù ospitare l'Inter di Stefano Pioli, allo Stadio Scida, nella giornata di domenica, alle ore 15.00. 

Proprio allo stadio di casa, la squadra di Nicola si è ritrovata questa mattina, per proseguire la preparazione al match di domenica, e si è impegnata in una partitella in famiglia a ranghi misti. La partitella è durata complessivamente 30 minuti circa, e sono state 4 le reti realizzate dagli squali: sugli scudi Falcinelli, autore di una doppietta, mentre gli altri 2 gol sono stati realizzati da Martella e Kotnik. Molto importante per i calabresi, poter contare sul proprio bomber, già nove reti in questo campionato, per poter sognare ancora in una quasi insperata salvezza.

Al termine della partitella, Marcello Trotta, autore di una gran bella prestazione contro il Chievo, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti, parlando principalmente del match contro la squadra milanese, in programma domenica: "Sicuramente siamo contenti dell’ultima vittoria. Ci dà morale e un pizzico di speranza in più. L’Inter è una grande squadra, ma noi cercheremo di fare la nostra partita e ottenere il massimo".

Qualche parola poi sull'obiettivo salvezza, ravvivato dalla recente vittoria di Verona: "Noi non molliamo, fare risultato aiuta. Abbiamo trovato una bella vittoria e ora vogliamo dare continuità. Dovessimo fare bottino pieno domenica sarebbe interessante. Sappiamo che è difficile, ma nulla è impossibile. Abbiamo preparato la partita al meglio, l’allenatore ci ha dato alcune indicazioni che seguiremo alla lettera".

Chiude, infine, sull'Inter: "Sappiamo che l’Inter ha grandi giocatori, un grande mister e un’identità. cercheremo di rendere loro la vita difficile. Faremo la nostra partita e proveremo a sfruttare le occasioni che ci capiteranno".