Sassuolo, Aquilani: "Buon momento per noi, un piacere rivedere la Fiorentina"

Aquilani parla del periodo che sta attraversando la squadra di Di Francesco e delle sue sensazioni da ex

Sassuolo, Aquilani: "Buon momento per noi, un piacere rivedere la Fiorentina"
Josè Sosa, sport.sky.it

Alberto Aquilani era arrivato a Sassuolo nella scorsa estate per portare un po' di esperienza nel gruppo di Di Francesco che avrebbe dovuto affrontare il doppio impegno campionato-Europa League. Eppure anche lui è stato vittima, come tanti compagni di squadra, di una serie di infortuni che ne hanno condizionato rendimento e continuità. Chissà se sarebbe cambiato qualcosa con Aquilani più presente in campo, adesso però serve provare a concludere nel migliore dei modi questa stagione.

In conferenza stampa il centrocampista ha parlato del momento del Sassuolo e di come, da ex, sia felice di ritrovare la Fiorentina, anche se da avversaria, dopo aver trascorso tre anni in maglia viola: "E' un buon momento per noi, veniamo dalla vittoria di Empoli, ora incontriamo una squadra forte, che conosco molto bene, ha degli ottimi giocatori e dovremo stare concentrati, perchè è importante continuare questa serie positiva. E' un piacere per me incontrare la Fiorentina, sono stati tre anni bellissimi per me. Se uno gioca in Serie A e non ha stimoli è meglio che smetta. Mancano ancora quattro partite, è presto per fare bilanci, ma ho trovato un bell'ambiente, una società solida, compagni e staff tecnico bravissimi, per cui sto bene."

Chissà se nella prossima stagione questo gruppo riuscirà ad essere mantenuto e magari rafforzato. Intanto Squinzi deve capire le intenzioni di Di Francesco e il futuro di Berardi. Se per il tecnico dovrebbe essere questione di settimane prima di conoscerne il futuro, più lunga sembra apparire la questione legata al talento mancino. Lo scorso anno disse no alla Juventus, nella prossima estate chissà. Intanto contro la Fiorentina andrà in scena una sfida nella sfida dal gusto tutto italiano, speziato dal talento di Berardi e Bernanrdeschi. Entrambi mancini, entrambi desiderati. Forse all'ultimo incrocio con le maglie di Sassuolo e Fiorentina.