Serie B, Coda e Improta trascinano la Salernitana: Avellino domato (2-0) e sogno playoff ancora vivo

La Salernitana vince il derby contro l'Avellino e continua a sperare per i playoff. I goal di Coda e Improta costringono Novellino a vincere l'ultima contro il Latina per salvarsi.

Serie B, Coda e Improta trascinano la Salernitana: Avellino domato (2-0) e sogno playoff ancora vivo
Photo by "Tutto Mercato Web"
SALERNITANA
2 0
AVELLINO
SALERNITANA: Salernitana (4-3-3): Gomis, Perico, Tuia, Bernardini, Vitale, Minala (dal 66' Improta), Della Rocca, Zito (dal 90 + 2' Bittante), Rosina (dal 77' Ronaldo), Coda, Sprocati. All. Bollini
AVELLINO: Avellino (4-4-2): Radunovic, Lasik, Migliorini, Djimsiti, Perrotta, D'Angelo (dal 78' Soumare), Paghera (dal 59' Moretti), Omeonga, Verde (dal 46' Bidaoui), Castaldo, Ardemagni. All. Novellino
SCORE: 66' Coda, 89' Improta
ARBITRO: R. Pinzani (ITA) Ammoniti: 21' Paghera, 44' Lasik, 60' Minala, 73' D'Angelo, 74' Perico, 82' Djimsiti, 90 + 2' Zito Espulsi: 90 + 2' Bidaoui
NOTE: Stadio Arechi (Salerno)

Il derby campano di Serie B va alla Salernitana: ottima prova della squadra di Bollini che vince 2-0 e continua a sperare per i playoff. Non sufficiente, invece, la prova dell'Avellino: sconfitta che costringe la squadra di Novellino a vincere in casa contro il Latina per sperare di salvarsi senza passare dai playout. 

LE SCELTE

Mister Bollini conferma il 4-3-3 con Minala e Sprocati dal 1' minuto. In casa Avellino, invece, difesa a quattro con Omeonga a centrocampo e il tandem Castaldo-Ardegmani in attacco. Punti pesanti per playoff e salvezza.

PRIMO TEMPO

Derby intenso che inizia su ritmi alti nonostante non vi siano clamorose occasioni. Le due squadre, nei primi minuti, si affrontano a viso aperto. Al 12' occasione per Rosina, che di testa spara alto da posizione ravvicinata dopo l'uscita di Radunovic. Al 18' minuto è ancora la Salernitana a sfiorare il vantaggio: ottima azione di Sprocati sulla fascia, a servire Rosina che da breve distanza non riesce a centrare lo specchio della porta; mancino debole e facilmente intercettato dall'estremo difensore. Poco più tardi è Zito a rendersi protagonista con una giocata al limite dell'area a servire ancora una volta il numero 10 di Bollini che, però, non riesce a insaccare nonostante l'ottimo inserimento; la palla accarezza il palo alla destra del portiere. Al 36' ennesima occasione per i padroni di casa con Sprocati, bravo a calciare al volo dopo l'ottimo assist di Minala: bella conclusione, ma altrettanto bella è la parata di Radunovic che devia in calcio d'angolo. Nel finale di primo tempo da segnalare l'ennesima respinta del portiere serbo su un colpo di testa di Coda. Il primo tempo termina sullo 0-0, punteggio che sta stretto alla Salernitana, che avrebbe meritato il goal del vantaggio, ma di fronte ha trovato un Radunovic confermatosi uno dei migliori portieri della Serie B (è di proprietà dell'Atalanta, va monitorato con grande attenzione). 

SECONDO TEMPO

Inizio di ripresa positivo per l'Avellino, con un colpo di testa di Castaldo ben respinto da Gomis. Al 4' arriva l'immediata risposta della Salernitana con Coda, bravo a costruire e finalizzare l'azione, Radunovic respinge in angolo. Poco dopo c'è una clamorosa disattenzione difensiva da parte della difesa di Bollini, sorpresa dal calcio di punizione battuto a sorpresa che ha messo Bidaoui a tu per tu contro Gomis: ottima la respinta del portiere senegalese. L'Avellino produce sicuramente di più rispetto al primo tempo, ma viene punito poco dopo dal cinismo dei padroni di casa, abili a sbloccare il match a mezz'ora dalla fine. E' ancora Rosina ad ergersi a protagonista e a sorprendere la difesa di Novellino con un tocco smarcante per Coda che, con freddezza e potenza, riesce a portare in vantaggio la sua squadra. Goal meritato e grande assist dell'ex Zenit. Gli ospiti provano in tutti i modi a centrare la parità, ma le conclusioni verso lo specchio della porta risultano poco efficaci. Nel finale c'è spazio per il contropiede di Coda, abile a fintare e servire Improta per il 2-0 finale.