Crotone, altri punti per sperare: le parole di Falcinelli e Nicola

Rohden firma l'1-0 sull'Udinese e fa ancora sperare gli squali, che si portano a -1 dall'Empoli. L'attaccante e il tecnico commentano la gara.

Crotone, altri punti per sperare: le parole di Falcinelli e Nicola
Fonte immagine: Repubblica.it

Altri punti, altre speranze. Il Crotone continua a macinare risultati utili e alimenta le proprie speranze di salvezza: nel pomeriggio è arrivato un preziosissimo 1-0 sull'Udinese, una vittoria che avvicina gli Squali all'Empoli quartultimo e al Genoa quintultimo, distanti rispettivamente solo uno e due punti.

"Sapevamo che vincendo potevamo accorciare su una, abbiamo accorciato su entrambe. Un’altra vittoria importante, contro una squadra che non regala niente. Bisogna continuare così", afferma nell'immediato post-gara Diego Falcinelli, ai microfoni Sky, commentando la vittoria e la situazione di classifica, che si fa sempre più intrigante. "Questa partita è stata durissima, quando giochi con l'obbligo di fare un solo risultato è pesante", spiega.

"Questa vittoria è dedicata a Stoian", conclude poi l'attaccante di proprietà del Sassuolo, parlando dell'esterno, alle prese con un virus che lo sta costringendo in ospedale da un paio di settimane. "So quando gli dispiace non essere accanto a noi, è stato bello dedicargli la vittoria". Intanto, oggi, il rumeno si è goduto i suoi compagni direttamente dalla finestra dell'ospedale.

Stoian spettatore dall'ospedale. | Fonte immagine: Calciatori Brutti
Stoian spettatore dall'ospedale. | Fonte immagine: Calciatori Brutti

Si respira un'aria positiva, in casa Crotone, e lo testimoniano anche le parole di Davide Nicola, a Sky: "Stiamo lavorando su di noi, senza guardare a quelle che sono davanti", rilancia l'allenatore, che oggi ha vinto grazie a un gol di Rohden una partita complicata, per sua stessa ammissione. "Oggi con l’Udinese è stata una gara davvero tosta, complimenti a Delneri che ha fatto un grande lavoro".

Le chances di salvezza aumentano giorno dopo giorno. Mancano due partite al termine della stagione, la prossima è però la più difficile di tutte, contro la Juventus, allo Stadium. I bianconeri potrebbero essere già scudettati, ma il coefficente non diminuirebbe particolarmente, come spiega lo stesso Nicola: "Non sarà di certo facile. Sappiamo che è difficile, però continuiamo a crederci fino alla fine. La Juve è straordinaria, non avrà bisogno di particolari motivazioni per fare una grande gara contro di noi. Servirà della pazzia da parte nostra, ci sono delle differenze importanti ma vogliamo capire fino a che punto la testa può incidere in qualche modo in una gara".

[fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb]