TIM Cup - Verso la finale: l'avvicinamento di Juve e Lazio

In attesa della finale di questa sera, VAVEL Italia mette ai raggi X le due squadre, analizzando il momento e le scelte di formazione.

TIM Cup - Verso la finale: l'avvicinamento di Juve e Lazio
TIM Cup - Verso la finale: l'avvicinamento di Juve e Lazio

Giornata di vigilia in vista della finale di Coppa Italia di questa sera, che vedrà di fronte la Juventus e la Lazio. Le due compagini si ritrovano in finale di coppa nazionale a due anni di distanza dall'ultima volta, la terza nella storia della competizione. Andiamo a vedere come  si stanno preparando per la super sfida.

Qui Juventus

La squadra di Massimiliano Allegri sta vivendo il periodo più difficile della stagione, poiché è in corsa in tutte le competizioni. Domenica sera, contro la Roma, i bianconeri hanno perso un match point per assicurarsi lo scudetto e la Coppa Italia diventa il primo obiettivo stagionale da portare a termine.

Il tecnico, durante la conferenza stampa, ha enunciato le difficoltà che sta attraversando la Juve nell'ultimo periodo e la delicatezza degli ultimi impegni. Riguardo alle ultime tre partite di campionato, in cui la squadra ha racimolato solamente due punti, il livornese ha detto che​"nel mezzo di queste tre partite siamo riusciti a qualificarci in finale di Champions League segnando quattro gol e subendone uno. Quando viene effettuato uno sforzo di grande portata, è normale che ci sono dei cali fisici."​ Analizzando la sconfitta con la Roma, l'ex allenatore del Milan si è espresso così: ​"Nel primo tempo la squadra ha mostrato poco agonismo. Abbiamo perso perché c'è stata poca attenzione. Quando non sei attento, se non hai fortuna, le tue palle-gol non entrano mentre quelle degli altri sì. Quando prepari una gara con attenzione, le tue palle entrano e quelle degli altri no."

Allegri e Chiellini in conferenza stampa. Foto: Twitter
Allegri e Chiellini in conferenza stampa. Foto: Twitter

In conferenza stampa ha parlato anche Giorgio Chiellini. Il difensore azzurro si è posto sulla falsariga del proprio coach, nelle ultime partite di campionato la Juve è calata mentalmente e, d'ora in poi, non si può più sbagliare. Inoltre, il numero 3 bianconero è speranzoso, poiché nei mesi precedenti sono stati conquistati punti importanti proprio per gestire con maggiore tranquillità gli ultimi impegni tra campionato e coppe. Analizzando i prossimi avversari, Chiellini ha paragonato i biancocelesti al Monaco dicendo: ​"le ultime squadre che abbiamo affrontato sono molto simili. Il Monaco ha in Mbappé un giocatore che si esalta molto negli spazi, così come Keita e Felipe Anderson. Ciro lo conosciamo bene e per questo dobbiamo bloccarlo. Bisogna fare i complimenti all'allenatore che ha dato molta solidità alla squadra, trascinata anche dai giocatori storici."

​Per quanto riguarda la formazione, i dubbi di Allegri riguardano soprattutto il centrocampo dove mancano sia Khedira che Pjanic. Incerta anche la presenza di Claudio Marchisio, che potrebbe entrare anche a partita in corso. Dunque le alternative più quotate sembrano essere Tomas Rincon e Mario Lemina: il gabonese è reduce da una buona prestazione nella partita con la Roma, nella quale ha anche segnato il gol del momentaneo 0-1. In attacco si valutano le condizioni di Mario Mandzukic, che ha subito una botta alla schiena contro i giallorossi. Anche Paulo Dybala non è al meglio della condizione. Per questo motivo sono molteplici le soluzioni che possono essere adottate questa sera: o il 3-4-2-1 con Andrea Barzagli in difesa e Dani Alves in avanti, o un ritorno al 3-5-2.

Probabile formazione​: (3-4-2-1) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Lemina (Rincon), Marchisio (Sturaro), Alex Sandro; Dybala (Cuadrado, Dani Alves), Mandzukic (Sturaro, Lemina); Higuain. All.: Massimiliano Allegri

Qui Lazio

I biancocelesti stanno disputando una stagione esaltante: in campionato sono al quarto posto con la certezza di disputare la prossima Europa League e sono arrivati in finale di Coppa Italia. L'artefice di questo capolavoro è senz'altro il tecnico Simone Inzaghi, che in conferenza stampa ha affermato di avere molta fiducia nella sua squadra, che dovrà affrontare la Juventus con determinazione. Anche le ​Aquile ​sono reduci da una sconfitta esterna in campionato, indolore ai fini della classifica. Analizzando la gara, Inzaghi ha detto che​"bisogna affrontare la Juve impostando una partita molto fisica. La Juve sa difendersi molto bene anche dietro la palla e per questo bisogna scardinarli. Dobbiamo giocare con umiltà e disputare una partita da Lazio."

Simone Inzaghi in conferenza stampa. Foto: Twitter
Simone Inzaghi in conferenza stampa. Foto: Twitter

​Ai microfoni dei giornalisti ha parlato anche Lucas Biglia, il quale ha celebrato il rendimento complessivo della squadra durante la stagione. Il centrocampista ha detto che ​"abbiamo iniziato una stagione storta, grazie al mister le cose sono andate a posto. Siamo arrivati ad affrontare la Juve in finale di Coppa Italia. Ora dobbiamo pensare al risultato, perché ci si ricorda solo di chi vince. Abbiamo voglia di conquistare il trofeo."​ L'argentino suona la carica ai compagni di squadra ​"per battere la Juve bisogna tirare fuori tutto quello che abbiamo dentro. Loro sono una delle squadre più forti d'Europa e hanno tanti campioni. Noi dobbiamo lavorare sui punti forti e deboli. Non siamo i favoriti ma dobbiamo crederci."

Lucas Biglia in conferenza stampa. Foto: Twitter
Lucas Biglia in conferenza stampa. Foto: Twitter

​Per quanto riguarda la formazione, la Lazio dovrebbe giocare con il solito 3-5-2: sicuro di una maglia da titolare in difesa è Stefan de Vrij. L'olandese potrebbe essere affiancato o dalla coppia Bastos-Wallace o dai più esperti Stefan Radu e Wesley Hoedt. In mediana ci saranno Biglia e Parolo, mentre Dusan Basta farà da vertice basso e la coppia Lulic-Milinkovic-Savic coprirà le corsie esterne. In attacco ci saranno Felipe Anderson e Ciro Immobile. Un eventuale impiego di Keita, ultimamente in stato di grazia, potrebbe trasformare la formazione in un 3-4-3 o 4-3-3.

Probabile formazione: ​(3-5-2) ​Strakosha; de Vrij, Bastos (Radu), Wallace (Hoedt); Lulic (Lukaku), Basta (Keita), Biglia, Parolo, Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile. All.: Simone Inzaghi.