L'Inter é Campione Primavera, battuta la Fiorentina 2-1

L'Inter di Stefano Vecchi batte 2-1 la Fiorentina nella finale del campionato scudetto Primavera

Fiorentina
1 2
Inter
Fiorentina: Cerofolini; Mosti, Illanes, Chrzanowski, Pinto (Ranieri, min.46); Diakhaté, Castrovilli, Trovato (Caso, min.83); Sottil, Mlakar (Gori, min.62), Perez. A disp: Satalino, Ghidotti, Ranieri, Militari, Ferirgra, Faye, Maganjic, Marozzi, Benedetti, Meli. All. Guidi
Inter: Di Gregorio; Mattioli, Gravillon, Vanheusden, Cagnano; Carraro, Awua, Rivas; Emmers (Danso, min.83); Rover (Bakayoko, min.58), Pinamonti. A disp: Mangano, Dekic, Valietti, Belkheir, Bollini Frigerio, Butic, Lombadoni, Mutton, Sala, Putzolu. All. Vecchi
SCORE: 0-1, min. 18, Vanheusden. 0-2, min. 67, Pinamonti. 1-2, min. 76, Sottil.
ARBITRO: Di Bello (ITA). Ammoniti Illanes (min. 19), Rover (min. 43), Diakhaté (min. 63), Castrovilli (min. 73), Cagnano (min. 82)
NOTE: Finale Scudetto Campionato Primavera. Stadio "Mapei Stadium", Reggio Emilia.

L'Inter è per l'ottava volta della sua storia Campione a livello Primavera. La squadra nerazzurra batte ha battuto 2-1 la Fiorentina, al termine di una partita condizionata dalle tante clamorose occasioni sbagliate, in particolar modo dai nerazzurri, che in quest'occasione si sono presentati sotto una nuova veste tattica.

Infatti Vecchi schiera i suoi col 4-3-1-2 con Emmers in appoggio al duo Rover - Pinamonti. Dall'altra parte per Guidi classico 4-3-3 con Sottil, Perez e Mlakar a formare il tridente d'attacco. Per via dei rispettivi moduli la partita risulta inizialmente molto bloccata ed infatti bisogna attendere il 18' per vedere il primo gol del match con Vanheusden, che stacca bene di testa sul calcio d'angolo battuto da Rivas. La Fiorentina abbozza una reazione, ma senza riuscire a rendersi realmente pericolosa. Nel secondo tempo i viola aumentano la loro pressione offensiva, ma è l'Inter ad andare a segno con Pinamonti. I viola non si arrendono ed accorciano le distanze con Sottil, che si conquista e realizza un calcio di rigore. Nel finale è ancora l'Inter ad avere le occasioni migliori per triplicare, ma nessuno dei giocatori nerazzurri riesce ad andare a segno. Il match termina quindi con la festa scudetto degli uomini di Vecchi e la disperazione dei giocatori in maglia viola.

L'Inter parte forte grazie a Pinamonti che si rende subito pericoloso con un colpo di testa, che viene però bloccato da Cerofolini. Dall'altra parte é Diakhaté ad impensierire Di Gregorio di azione d'angolo, ma il portiere nerazzurro riesce ad allontanare la minaccia con i pugni. Al 15' Emmers prova a beffare l'estremo difensore avversario con un pallonetto dall'interno dell'area di rigore, ma il suo tentativo si spegne sul fondo. Al 18' si sblocca la sfida: corner battuto da Rivas, stacco di Vanheusden e palla in rete. Grave la disattenzione della retroguardia viola, che però reagisce con Sottil, che si accentra dalla sinistra e va alla conclusione, palla oltre la traversa. L'Inter si riaffaccia in avanti con Rover che va al tiro di prima intenzione da buona posizione, ma la sua conclusione viene respinta ottimamente da Cerofolini. Al 41' ancora nerazzurri pericolosi con Mattioli, che serve a rimorchio Carraro, il quale prova il destro a giro che si spegne però sul fondo. Prima dell'intervallo Trovato tenta la sortita personale dalla distanza, ma il suo mancino termina a lato della porta avversaria. Il primo tempo si chiude quindi con l'Inter in vantaggio per 1-0.

La ripresa si apre con la Fiorentina riversata in attacco alla ricerca del pareggio: Perez va alla conclusione dai 20 metri, ma il suo tiro si perde ben oltre la traversa. I viola continuano la loro pressione offensiva: Castrovilli serve sulla corsa Trovato, che dall'interno dell'area di rigore lascia partire una conclusione, che si spegne di poco sul fondo. Al 66' ancora Trovato va al tiro da fuori area, ma la sua conclusione manca di precisione, infatti la sfera finisce ben oltre la traversa. Su capovolgimento di fronte l'Inter raddoppia: Bakayoko scarica la sfera ad Emmers, che va al cross verso Pinamonti, il quale di testa batte Cerofolini. La Fiorentina non demorde e si rende pericolosa con Gori, che su azione d'angolo si scontra con Di Gregorio, facendo carambolare la palla vicino al palo sinistro. Al 75' i viola accorciano le distanze: Awua atterra in area di rigore Sottil provocando così il penalty fischiato dall'arbitro in favore della squadra viola; dal dischetto va lo stesso n.7 che non sbaglia.

L'Inter non si fa intimorire e si riaffaccia in avanti con Pinamonti, che dall'interno dell'area di rigore lascia partire una conclusione a giro che viene respinta da Cerofolini con un grande intervento. Sul corner successivo Vanheusden combina con Mattioli, andando poi alla conclusione che si spegne però sul fondo. All'84' l'Inter sfiora il 3-1 con Bakayoko che lancia in contropiede Danso, il quale salta Cerofolini e calcia in porta, ma clamorosamente il centrocampista nerazzurro sbaglia la conclusione spedendo la palla a lato. Un minuto dopo Pinamonti tenta il gol da centrocampo, ma il suo tiro si spegne sul fondo. All'87' Bakayoko ha nuovamente la palla per chiudere il match, ma dopo aver condotto il contropiede ed essere entrato in area, l'attaccante nerazzurro sbaglia incredibilmente la conclusione tirando a lato. Nel recupero la Fiorentina va vicina al pareggio con Illanes, ma il colpo di testa del centrale viola termina oltre la traversa. E' l'ultima emozione del match, che termina con la vittoria dell'Inter per 2-1.