Sassuolo, parte l'era Bucchi. Strategia e programmazione per rifinire la rosa

Cristian Bucchi è ufficialmente il nuovo allenatore del Sassuolo, e potrà già iniziare a disegnare e rifinire la rosa a disposizione.

Sassuolo, parte l'era Bucchi. Strategia e programmazione per rifinire la rosa
Photo by "corriere dello sport"

Il Sassuolo è pronto a rimettersi in gioco con la nomina di Cristian Bucchi come nuovo allenatore. L'ex tecnico del Perugia ha firmato un contratto biennale ed è stato presentato quest'oggi di fronte ai microfoni della stampa. Ha prontamente convinto la società per via dell'ottima stagione disputata in Umbria e per consentire alla squadra di mantenere lo stesso credo calcistico instaurato da Di Francesco. Il calcio di Bucchi, infatti, rispecchia quello del tecnico romanista, basato sulla propositività nell'attaccare e nell'esaltare le caratteristiche dei propri calciatori. Non a caso hanno entrambi adottato il 4-3-3 ottenendo ottimi risultati, e ci sono tutti i presupposti per continuare a costruire qualcosa di importante. Bucchi ha meritato questa "promozione" perchè è un tecnico giovane, preparato e capace di far giocare bene a calcio le proprie squadre. Sassuolo è la piazza ideale per continuare ad esportare le proprie idee anche nei piani più alti della categoria italiana.

Dopo presentazioni e firme, arriva il momento di pianificare la strategia di mercato. La società, quasi certamente, saluterà qualche big perchè le richieste che arriveranno saranno impossibili da respingere. Mai come quest'anno potrebbe esserci un vero e proprio saccheggio, ma l'intenzione è quella di non snaturare del tutto la rosa. Domenico Berardi verrà ceduto perchè ha chiaramente espresso la volontà di giocare in un grande club. La Roma ha già sondato il terreno e proverà l'assalto non appena arriverà il bonifico di 40 milioni proveniente dalla cessione di Salah al Liverpool. La richiesta del Sassuolo è di 50 milioni di euro, ma i giallorossi potranno ottenere un piccolo sconto anche attraverso l'inserimento di alcune contropartite tecniche. Oggi ci sarà un vertice di mercato con il Galatasaray per parlare di Francesco Acerbi, con il cartellino del calciatore che è valutato intorno ai 10-12 milioni. Sul tavolo c'è già un quadriennale da 2,5 milioni a stagione. La Fiorentina ha messo gli occhi su Matteo Politano, ma sull'esterno d'attacco c'è la concorrenza dell'Atalanta. I toscani, però, proveranno ad intavolare la trattativa solamente se Bernardeschi verrà ceduto. Richieste anche da parte del Torino che ha messo nel mirino Ferrari e Ragusa. Entrambi piacciono molto a Mihajlovic e i granata sono pronti ad offrire un compenso economico importante più il cartellino di Benassi. Offerte anche per Defrel e Falcinelli, con la Sampdoria pronta a investire ben 10 milioni per l'attaccante ex Crotone. Per il francese c'è l'interessamente della Lazio, ma è una pista percorribile solamente dopo aver sistemato Djordjevic.

Tanti calciatori che stuzzicano il portafoglio di club italiani e stranieri, ma il Sassuolo non può incassare solamente. Occorre affidare una squadra competitiva a Bucchi e non è detto che tutti i nomi citati in precedenza vengano ceduti. Solamente Berardi è certo di partire, ma per il resto non è stato deciso nulla. Sul fronte acquisti, però, inizia a muoversi qualcosa. Il neo tecnico vorrebbe portare con sè il giovane Di Chiara, laterale molto interessante che ha disputato una stagione positiva a Perugia. Per la difesa piacciono molto i profili di Paletta e Goldaniga, mentre a centrocampo chieste informazioni per i giovani Cassata e Mandragora. Per l'attacco occhi su Orsolini, ma c'è veramente una concorrenza incredibile per l'esterno della Juventus.