Sassuolo, il riscatto di Ricci alleggerisce la cessione di Politano. E Acerbi...

L'ala di proprietà della Roma diventa totalmente degli emiliani, con i giallorossi che l'anno prossimo potranno esercitare il contro-riscatto. L'ex Crotone sembra l'erede di Politano, destinato alla Fiorentina. Dietro, invece, per l'ambito centrale spinge lo Zenit.

Sassuolo, il riscatto di Ricci alleggerisce la cessione di Politano. E Acerbi...
Fonte immagine: Eurosport

Il restyling in attacco, in casa Sassuolo, è ufficialmente cominciato. Il riscatto di Federico Ricci dalla Roma, per 4.5 milioni di Euro, apre una serie di nuovi scenari possibili che possono andare a combaciare tra di loro, primo su tutti l'addio di Matteo Politano, che piace e non poco alla Fiorentina, la quale sta trattando con i neroverdi, avvicinandosi sempre di più all'obiettivo, al probabile sostituto di Bernardeschi. Poi sarà il momento di verificare la posizione di Berardi, le intenzioni degli altri club, oltre a capire quale destino toccherà a Matri, a Iemmello, a Defrel, tutti giocatori richiesti. Insomma, una lunga estate per consegnare, il primo settembre, una squadra competitiva in mano a Christian Bucchi.

Ricci, la non-novità - Dopo i pochissimi spezzoni di Serie A assaggiati nella stagione 2013/14, Ricci, classe 1994, ha disputato due ottime annate a Crotone in Serie B, meritandosi una chiamata importante nella massima categoria lo scorso anno. La sua prima vera stagione si è chiusa con un bilancio in chiaroscuro, soltanto due reti in 1389 minuti giocati, svariando un po' su entrambe le fasce. Mancino abituato a giocare a destra, ma in grado di spostarsi anche a sinistra, Ricci potrebbe essere l'erede ideale di Politano, ma allo stesso modo anche di Berardi, dovesse la Roma piazzare l'affondo decisivo per riunirlo a Di Francesco. I giallorossi sono in ottimi rapporti con il Sassuolo, vista anche l'operazione Pellegrini, ultima di una lunga serie; peraltro proprio la squadra della Capitale ha un'opzione di controriscatto su Ricci per la prossima estate. Per l'ex Crotone questa potrebbe davvero essere la stagione della verità: la vivrà verosimilmente da titolare.

Zenit, assalto ad Acerbi - Anche in difesa sono attesi degli aggiustamenti, più che delle rivoluzioni. La conferma dei veterani, Cannavaro su tutti (rinnovo già ufficializzato), la voglia di lanciare ancora i giovani come Lirola a destra e Dell'Orco a sinistra, sono le principali idee che accompagnano il mercato del direttore sportivo Carnevali. Potrebbe essere necessario però anche un colpo di un certo livello, perchè lo Zenit di Roberto Mancini sta insistendo per aggiudicarsi le prestazioni di Francesco Acerbi, uno dei migliori centrali della Serie A per rendimento. La trattativa sembra procedere, ma l'ultima offerta dei russi, 9 milioni di Euro più bonus, è stata rispedita al mittente. Le parti dovrebbero riaggiornarsi nei prossimi giorni, l'operazione è aperta e costringerebbe il Sassuolo a cercare un altro difensore con un profilo simile, non un compito facile.