Sassuolo, Bucchi fa il punto sul mercato

Il tecnico annuncia di fatto l'addio di Defrel, ma blocca le altre uscite.

Sassuolo, Bucchi fa il punto sul mercato
Fonte immagine: Gazzetta Video

Ritiro a Vipiteno, il primo della propria carriera da allenatore di Serie A, per Cristian Bucchi. Il Sassuolo lavora in vista della prossima stagione, mentre la dirigenza prova a fornire al tecnico una squadra attrezzata per sopravvivere nella massima divisione.

Oggi, ai microfoni di Sky Sport, l'ex attaccante ha parlato dell'ambiente che ha trovato in neroverde al suo arrivo, senza tralasciare una menzione a Di Francesco: "Ho trovato delle basi solidissime, un gruppo predisposto al lavoro, ed è indubbiamente merito di chi mi ha preceduto. Io cerco di mettere qualcosa di mio, per invogliare i giocatori a prendere iniziative personali. Chiedo movimento, ognuno deve essere in grado di saper scegliere le soluzioni migliori e creare spazi e soluzioni di passaggio. Non voglio dei robot, ma gente che abbia capacità di lettura e di pensiero. Vogliamo crescere e migliorare", ha affermato Bucchi, collegandosi anche alle ambizioni.

Nonostante alcune cessioni eccellenti, Bucchi si sofferma soprattutto sulle conferme e su alcune novità parzialmente sorprendenti, come la probabile permanenza di Falcinelli in attacco. "Sono contento di allenare Falcinelli e Iemmello, sono giocatori che possono migliorare. Poi ci sono i vari Politano, Ricci e Ragusa. In più c'è l'esperienza di Matri, che è molto utile a tutto l'organico. Lui e la vecchia guardia sono fondamentali e sono sempre buoni esempi. Sono fortunati i giovani di questo team a lavorare al loro fianco".

In attacco, però non ci sarà più Gregoire Defrel, vicino alla partenza verso la Roma, come affermato dallo stesso Bucchi: "Inutile nascondersi, Defrel è l'unico che andrà via. Sta valutando alcune cose con la società". L'unico, sottolinea l'allenatore. Rimarrà dunque anche Berardi, almeno negli auspici di Bucchi: "Spero e credo che rimanga qui. Sarà una certezza nell'anno che porta al Mondiale, ha ancora grandi margini di crescita. Qui potrebbe migliorare ancora in una stagione molto importante".

Il mercato del Sassuolo è però vivo anche in entrata, anche se la strategia neroverde sembra più attendista che d'assalto: "Magari arriverà qualcuno per aumentare il livello di qualità della squadra: non nascondo che cerchiamo un terzino sinistro, ma non abbiamo fretta, cerchiamo i profili giusti".