Serie A - Il Napoli batte in rimonta l'Atalanta: 3-1 al San Paolo

I Bergamaschi vanno in vantaggio con Cristante, ma nella ripresa i Partenopei ribaltano tutto nella ripresa con le reti di Zielinski, Mertens e Rog.

NAPOLI
3 1
ATALANTA
NAPOLI: REINA; GHOULAM, KOULIBALY, ALBIOL, MAGGIO, HAMSIK (58' ALLAN), JORGINHO (66' DIAWARA), ZIELINSKI (74' ROG), INSIGNE, MERTENS, CALLEJON. ALL. SARRI
ATALANTA: BERISHA; TOLOI, PALOMINO, MASIELLO, HATEOBOER (80' CORNELIUS), CRISTANTE (63' KURTIC), FREULER, GOSENS, GOMEZ, ILICIC, PETAGNA (46' DE ROON). ALL. GASPERINI
SCORE: 3-1. 0-1 16' CRISTANTE, 1-1 56' ZIELINSKI, 2-1 61' MERTENS, 3-1 87' ROG
ARBITRO: DI BELLO AMMONITI: KOULIBALY (N), KURTIC (A)
NOTE: STADIO SAN PAOLO INCONTRO VALIDO PER LA SECONDA GIORNATA DI SERIE A

Successo in rimonta per il Napoli, che al San Paolo batte l'Atalanta 3-1 e raggiunge Juventus, Inter, Milan e Sampdoria in testa alla classifica. Vittoria soffertissima per i Partenopei, con l'Atalanta che passa in vantaggio nel primo tempo con una zuccata di Cristante. Nella ripresa esce un Napoli diverso e, nel giro di cinque minuti, gli uomini di Sarri ribaltano tutto con Zielinski e Mertens. Nel finale, poi, arriva anche la ciliegina sulla torta di Rog

Per quanto riguarda il capitolo formazioni, 4-3-3 per il Napoli con il tridente meraviglia composto da Insigne, Mertens e Callejon, mentre l'Atalanta risponde col 3-4-1-2 con Ilicic a supporto di Gomez e Petagna. 

Ritmi blandi in avvio con il Napoli che prova a fare il suo calcio, ma l'Atalanta lo impedisce chiudendo le linee di passaggio e ripartendo pericolosamente. La prima chance del match, però, è per i Partenopei e arriva all'11' con Hamsik che ruba palla a Toloi sulla trequarti, la sfera arriva a Insigne che fa correre Mertens, il quale incrocia il mancino: Berisha va a terra con buon tempismo e blocca. Passano quattro minuti e, a sorpresa, l'Atalanta passa con Cristante che, sugli sviluppi di un angolo di Gomez, batte Reina con un bel colpo di testa per lo 0-1.

Il Napoli non riesce a reagire e, di conseguenza, non crea grossi grattacapi all'Atalanta che invece al 36' va vicina al raddoppio con Gomez: l'argentino va via sulla sinistra e appoggia fuori area ad Ilicic, il quale ci prova col destro, Reina ci mette i pugni e devia in angolo. Poco dopo sempre Bergamaschi pericolosi, di nuovo il Papu riceve sulla fascia mancina e crossa profondissimo verso Hateboer che impatta di testa ma trova la risposta di Reina. L'ultima occasione della prima frazione la crea il Napoli con Zielinski che calcia col destro da fuori, blocca facilmente Berisha. 

Nell'intervallo cambia a sorpresa Gasperini, che inserisce De Roon per Petagna. Il primo squillo della ripresa è dell'Atalanta con un diagonale da fuori di Ilicic che termina fuori. Il Napoli, però, dal nulla trova il pareggio al minuto 56 con Zielinski che raccoglie una respinta da calcio d'angolo, controlla e col destro al volo scaglia il pallone sotto l'incrocio, 1-1. Passano solo cinque minuti e il Napoli ribalta tutto: Allan lancia in area per Insigne, il quale di testa appoggia a Mertens che a porta sguarnita non può fallire, 2-1. L'Atalanta prova subito a reagire, alla rimonta Partenopea, e al 66' va ad un passo dal pari con Gomez che mette in mezzo per Kurtic che controlla e scarica col mancino ma la sfera termina fuori di poco.

Gasperini prova a giocarsi la carta Cornelius al posto di Hateboer, ma è il Napoli a sfiorare il tris con Mertens che salta Palomino come un birillo e calcia col destro ma la sfera termina alta. Sono solo le prove generali del tris che arriva all'87': Callejon mette in mezzo per Mertens il quale appoggia per l'accorrente Rog che non sbaglia, 3-1, e fischio finale. Il Napoli batte l'Atalanta in rimonta e raggiunge la Juventus e l'Inter in testa alla classifica con sei punti.