Benevento: ad un passo Iemmello e Lazaar. Si lavora per Rigoni, Antei-Castan per la difesa

Chiusa la trattativa per Armenteros che ha già raggiunto Benevento, siamo ai dettagli sia per Iemmello che per Lazaar. Si insiste per avere Rigoni dal Genoa, Castan l'alternativa ad Antei.

Benevento: ad un passo Iemmello e Lazaar. Si lavora per Rigoni, Antei-Castan per la difesa
Lazaar con la maglia del Newcastle | Corriere dello Sport

Chiusi i colpi Memushaj e Armenteros, che vanno a rafforzare rispettivamente centrocampo ed attacco, Di Somma è al lavoro per regalare a Baroni e ai tifosi altri colpi. Il Benevento si sta muovendo tanto e bene negli ultimi giorni, cosa che era mancata all'inizio del mercato, con trattative affrettate e profili probabilmente non adatti alla nuova categoria o alle idee di mister Baroni. 

Per Iemmello e Lazaar si è ormai ai dettagli, entrambi arriveranno con la stessa formula, ovvero il prestito con diritto di riscatto. Per la punta del Sassuolo il prezzo fissato è quello di 6 milioni, mentre per il terzino ex Palermo qualora i giallorossi volessero confermarlo anche per la prossima stagione, dovranno pagare 3,5 milioni di euro. 

Pietro Iemmello con la maglia del Sassuolo | sanniosport.it
Pietro Iemmello con la maglia del Sassuolo | sanniosport.it

Con il Sassuolo c'è anche un'altra operazione calda, che è quella che riguarda il difensore centrale Antei, anche per lui sembra essere questione di ore prima del passaggio dai neroverdi al Benevento. Le due società - in ottimi rapporti già dai tempi dell'operazione Chibsah - hanno trovato l'accordo, sarà sempre un prestito, da stabilire l'eventuale riscatto e da limare i dettagli per il contratto del ragazzo. Nel caso in cui non dovesse arrivare Antei, Di Somma ha già in mente un piano B, che tanto B poi non è: Leandro Castan. Tre anni fa era uno dei centrali più forti della Serie A, poi alcuni brutti problemi fisici lo hanno tenuto lontano dai campi di gioco per un bel po' di mesi, l'anno scorso un'opaca stagione con la maglia granata del Torino e ora ai margini della rosa della Roma. Forse Benevento potrebbe essere la piazza giusta per rilanciarsi. 

A centrocampo, incassato il no di Crisetig che probabilmente resterà a Bologna, si punta forte su Luca Rigoni del Genoa, chiuso dai tanti nuovi acquisti effettuati dal Grifone. I rossoblu vorrebbero sfoltire la rosa e hanno proposto il giocatore alla dirigenza giallorossa, che gradisce il profilo, l'ostacolo è però rappresentato al momento dalla volontà del giocatore che non sembra volersi trasferire ai piedi della Dormiente del Sannio. Il centrocampo del Benevento è comunque un reparto che può contare al momento già 5 elementi (Cataldi, Chibsah, Viola, Memushaj, Del Pinto), ma Rigoni potrebbe essere una pedina importante nel caso si volesse giocare con 4-3-3 come mezzala o come trequartista in un 4-2-3-1, moduli entrambi utilizzati nella passata stagione da Marco Baroni

Luca Rigoni con la maglia del Genoa | gianlucadimarzio.com
Luca Rigoni con la maglia del Genoa | gianlucadimarzio.com

Non solo colpi in entrata per il Benevento comunque. In uscita due degli eroi della storica promozione in A: Ceravolo e Camporese. Il primo è fortemente voluto dal Parma, i ducali rischiano di perdere Matri che potrebbe restare al Sassuolo visto la partenza di Iemmello e la trattativa sfumata per Duvan Zapata. Ceravolo gradisce la destinazione vista la forte concorrenza in attacco dopo i nuovi arrivi di Coda e Armenteros. Per Camporese invece c'è la fila in Serie B. Tra le varie ipotesi la più probabile è il Carpi che si dice abbia già trovato l'accordo con il giocatore. In più i soliti separati in casa che con ogni probabilità lasceranno Benevento entro la mezzanotte di oggi: De Falco, Melara, Jakimovski e Agyei.