Sassuolo, voglia di continuità. Bucchi: "Dovremo avere umiltà e spirito di sacrificio"

Dopo lo 0-1 ottenuto a Cagliari, domani i neroverdi ospitano il Bologna. Il tecnico ha presentato la sfida in conferenza stampa.

Sassuolo, voglia di continuità. Bucchi: "Dovremo avere umiltà e spirito di sacrificio"
Fonte immagine: Corriere Dello Sport

Sfruttare l'onda lunga della prima vittoria stagionale per macinare punti e rimettersi al sicuro: il Sassuolo ha le idee chiare, ha voglia di vincere ancora. Domani al Mapei Stadium arriva il Bologna, per il posticipo delle ore 18, per un derby emiliano all'insegna dell'equilibrio. Christian Bucchi lo ha presentato in conferenza stampa, spendendo parole importanti per i felsinei: "Domani affrontiamo una squadra che è in salute, sono molto brillanti, hanno raccolto meno di quello che meritavano sia col Napoli che con l’Inter, è una partita insidiosa contro una squadra molto completa come organico, guidata da un allenatore di grande esperienza, con una società molto organizzata che ha voglia di far bene e crescere".

La testa è però soprattutto sulla propria squadra, tra la soddisfazione per la prima vittoria in Serie A e la necessità di confermarsi. il tecnico ex Perugia guarda al futuro con determinazione e fiducia, spiegando il proprio percorso e le proprie idee: "Il nuovo percorso intrapreso ha bisogno di tempo. Bene la vittoria e bene che sia arrivata con la prestazione, è il primo passo a cui dobbiamo dare seguito, dovremo avere umiltà e spirito di sacrificio, ma anche dare qualità alle nostre giocate, e dovremo dare sempre l’idea di essere una squadra solida e compatta come abbiamo fatto l’altra sera. La prima vittoria in A? Bella perché è arrivata in una gara meritatamente vinta, contro una squadra molto difficile da affrontare e dopo tre sconfitte. Da giovedì mattina però il mio pensiero e quello dei ragazzi è alla partita di domani".

Tra le novità di formazione, possibile che il Sassuolo ritrovi due elementi importantissimi e di talento. Bucchi però non si sbilancia e ci va cauto: "Duncan e Berardi stanno abbastanza bene, ma visto che giochiamo domani alle 18 aspettiamo a giudicare, abbiamo ancora un po’ di tempo per capire". Chiusura parlando del possibile duo d'attacco, tra suggestioni ed elementi di un certo peso da sfruttare al meglio: "Matri e Falcinelli possono anche giocare insieme, è una possibilità che abbiamo. Diego non è in un periodo di difficoltà, forse realizzativa, ma si danna l’anima, è sempre molto utile per la squadra, lui e Matri stanno bene e per me sono una risorsa. Abbiamo diverse soluzioni, dovremo capire il momento fisico e psicologico dei giocatori e anche il tipo di avversario per scegliere la migliore".

[Fonte dichiarazioni: Radiogoal24]