Spal vs Crotone, bivio salvezza

Semplici vuole interrompere il periodo negativo, Nicola confermare il recente successo.

Spal vs Crotone, bivio salvezza
Spal vs Crotone, bivio salvezza - Spal/Twitter

Una partenza lanciata - 0-0 con la Lazio e successo a seguire (3-2 con l'Udinese) - poi quattro sconfitte consecutive, il primo vero impatto con la massima serie. La Spal di Semplici attende l'impegno odierno per fermare la caduta verticale. Nel week-end in archivio, cenni di risveglio, partita pari con il Napoli, 2-3 al tramonto, finale amaro. Il Crotone ha i medesimi punti in classifica e cavalca invece un risultato positivo. Sigillo con il Benevento - ultimo a quota 0 - per lasciare i bassifondi della graduatoria e costruire, un passo alla volta, la salvezza. Nicola cerca quindi di consolidare le sue certezze, in una partita per forza di cose rilevante. Siamo all'alba di stagione, ma è uno scontro diretto a tutti gli effetti. 

Spal

3-5-2 per i padroni di casa. Borriello gode del supporto di Antenucci. Paloschi si accomoda in panchina. Lazzari e Costa si disimpegnano in corsia, Viviani ha le chiavi del gioco. Le mezzali sono Schiattarella e Mora. A difesa di Gomis, linea a tre composta da Salamon, Vicari e Felipe. Un ballottaggio in essere, Rizzo insidia Mora. Fuori causa Meret, Oikonomou, Floccari e Della Giovanna. 

Semplici: “Sulla carta è una partita nella quale dobbiamo fare tre punti, dato che siamo in casa e veniamo da quattro sconfitte. Il nostro obiettivo è ancora lontano ed affronteremo una squadra tosta che viene da un’incredibile salvezza e che ha un allenatore preparato e che stimo”.

“La mentalità della squadra mi è piaciuta, adesso dobbiamo invertire la rotta dal punto di vista del punteggio mettendo in campo la stessa voglia delle scorse gare. Mi aspetto una grande gara dal punto di vista dell’attenzione, abbiamo fatto tesoro di qualche errore individuale di troppo commesso nelle scorse settimane

Crotone

Nicola replica con il canonico 4-4-2. Qualche interrogativo nel settore d'attacco. Tumminello è ovviamente indisponibile, Trotta, Budimir, Simy e Nalini si giocano due maglie, con i primi due in leggero vantaggio. Non ce la fa Tonev, le ali sono Stoian e Rohden. Barberis e Mandragora a dividersi i compiti nella zona nevralgica del campo. Ceccherini e Ajeti al centro della retroguardia, laterali bassi Martella e Sampirisi.  Cordaz difende i pali.  

"La Spal è senza dubbio una squadra tosta, che porta avanti un progetto che dura da anni e che è guidata da Leonardo Semplici, un allenatore che stimo molto. Hanno vinto due campionati e stanno proseguendo nel loro progetto tecnico, inoltre hanno inserito diversi giocatori di qualità. In attacco c’è gente importante, hanno acquistato giocatori che hanno realizzato 200 gol in Serie A", questo il pensiero del tecnico