Serie B - L'Empoli torna alla vittoria contro il Foggia (3-1)

La squadra di Vivarini si porta a casa l'intera posta in palio nel secondo tempo, infatti dopo una prima frazione di gioco abbastanza equilibrata entra in scena Caputo, che con una doppietta indirizza la sfida in favore dei toscani, poi Donnarumma chiude la contesa. Il gol nel finale di Mazzeo serve solamente per le statistiche.

Empoli
3 1
Foggia
Empoli: Provedel; Di Lorenzo, Romagnoli, Luperto; Untersee, Lollo (Picchi, min.78), Castagnetti, Pasqual; Zajc (Ninkovic, min.61); Donnarumma (Traorè, min.89), Caputo. A disp: Terracciano, Giacomel, Seck, Polvani, Zappella, Curto, Becagli, Buglio, Piu. All. Vivarini
Foggia: Guarna; Loiacono (Beretta, min.80), Camporese, Martinelli, Rubin; Agazzi, Vacca, Deli (Gerbo, min.71); Chiricò (Calderini, min.71), Mazzeo, Fedato. A disp: Pelizzoli, Figliomeni, Tarolli, Celli, Fedele, Ramè, Coletti. All. Stroppa
SCORE: 1-0, min. 59, Caputo. 2-0, min. 66, Caputo. 3-0, min. 73, Donnarumma. 3-1, min. 82, Mazzeo.
ARBITRO: Abbattista (ITA). Ammonito Rubin (min. 91)
NOTE: Ottava giornata del campionato di Serie B. Stadio "Carlo Castellani", Empoli.

L'Empoli torna alla vittoria dinanzi al suo pubblico, con una prestazione convincente contro il Foggia. La squadra toscana, disposta in campo dall'inizio con il classico 3-4-1-2 con Zajc a rifornire le due punte Caputo - Donnarumma, incontra più difficoltà del previsto nell'imporre il proprio gioco, infatti dinanzi si ritrova un Foggia piuttosto organizzato, schierato oggi da Stroppa con il 4-3-3 con Chiricò, Mazzeo e Fedato a comporre il reparto d'attacco. La squadra pugliese è brava nel rispondere colpo su colpo alle iniziative empolesi, ma così facendo penalizza anche il proprio sistema di gioco, infatti il Foggia raramente riesce ad impensierire Provedel. Gli unici a provare conclusioni in porta sono Fedato e Chiricò, ma nessuno dei due si dimostra particolarmente preciso in fase di finalizzazione.

L'Empoli allora decide di affidarsi alle situazioni di palla inattiva, affidate all'ottimo piede di Pasqual, che prima dell'intervallo pesca perfettamente Luperto, il quale stacca bene di testa, ma la sua incornata viene neutralizzata da Guarna, che nella parata viene aiutato dalla traversa. Nel secondo tempo il copione del match cambia completamente infatti in 6 minuti i padroni di casa chiudono la contesa grazie a Caputo, poi Donnarumma mette il sigillo sul match. Nel finale Mazzeo prova a riaprire i giochi, ma quando è ormai troppo tardi. Una vittoria rigenerante per gli uomini di Vivarini, che così possono mettersi definitivamente alle spalle le sconfitte patite con Cittadella prima ed Avellino poi, mentre per il Foggia continua il periodo nero in fase difensiva, 20 reti subite in 8 giornate. Un dato che fa scricchiolare seriamente la panchina di mister Stroppa.

La prima conclusione del match è dell'Empoli con Donnarumma, che prova una semirovesciata dall'interno dell'area di rigore, ma la sua esecuzione termina larga rispetto ai pali della porta difesa da Guarna. Il Foggia risponde con Chiricò che non giunge per questione di centimetri sul cross teso messo in mezzo da Fedato. Al 15' si ripete la medesima azione con gli stessi protagonisti ed ancora una volta il n.7 foggiano non riesce a trovare la deviazione vincente a pochi passi dalla porta difesa da Provedel. Sessanta secondi dopo Chiricò s'incarica della battuta di un corner, dal quale riesce a trovare Camporese, che svetta più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa sorvola di pochi metri la traversa.

L'Empoli torna a farsi vedere in attacco al 20' con Pasqual, che giunge con i tempi giusti sul cross di Untersee, ma la sua conclusione a botta sicura viene provvidenzialmente respinta da Loiacono. Su capovolgimento di fronte si rende pericoloso Fedato con un tiro dai 25 metri che viene neutralizzato in tutta sicurezza da Provedel. Alla mezz'ora i padroni di casa sfiorano il vantaggio: calcio di punizione battuto da Pasqual, la palla sembra di facile preda per Guarna, che però sbaglia la presa favorendo Lollo, che calcia in porta, ma il suo tiro viene provvidenzialmente respinto sulla linea da Loiacono. Sei minuti più tardi ancora toscani vicinissimi alla rete: calcio d'angolo battuto dal solito Pasqual verso Luperto, che stacca benissimo di testa, ma la palla da lui colpita viene deviata sulla traversa da Guarna, il quale evita ai suoi la capitolazione. Al 41' l'Empoli rischia di andare in svantaggio a causa di uno scellerato retropassaggio di Pasqual verso Provedel, il quale è costretto ad uscire dall'area di rigore per anticipare Mazzeo. E' l'ultima emozione di questi primi 45 minuti di gioco, che si concludono a reti inviolate.

La ripresa si apre con l'Empoli subito pericoloso, infatti Pasqual serve ai 20 metri Donnarumma, che calcia subito in porta, ma la conclusione del n.11 azzurro si spegne di poco a lato. Il Foggia risponde con Chiricò che va via bene sulla fascia destra, dopodiché crossa al centro dove c'è Provedel che smanaccia, ma la sua respinta viene raccolta da Fedato che calcia in porta da buonissima posizione, ma il suo tiro termina termina clamorosamente sul fondo. Al 60' si sblocca l'incontro: Donnarumma va via centralmente e allarga il gioco verso Pasqual, che crossa al centro dove c'è Caputo che in spaccata anticipa Guarna e deposita la palla in rete. Sei minuti dopo i padroni di casa raddoppiano: Ninkovic serve in profondità Caputo, il quale brucia in velocità Martinelli ed una volta giunto davanti a Guarna lascia partire una conclusione di destro che non lascia scampo all'estremo difensore foggiano. Pugliesi ormai in preda al panico più totale e l'Empoli ne approfitta per cercare ancora la via della rete: Di Lorenzo serve in profondità Donnarumma, il quale lascia partire un diagonale che viene disinnescato in tuffo da Guarna.

E' il preludio al gol che arriva al 73': angolo di Pasqual, colpo di testa di Donnarumma e per Guarna non c'è nulla da fare. Il Foggia abbozza una reazione al 79' con Calderini, che calcia in porta dai 25 metri, ma il suo tiro sorvola non di poco la traversa. All'82' il Foggia accorcia le distanze: Beretta lancia Calderini, il quale serve Mazzeo che col mancino supera Provedel. L'Empoli reagisce subito con Ninkovic, che va al tiro dalla distanza, ma la sua conclusione si spegne ampiamente sul fondo. I pugliesi prendono coraggio dal gol realizzato e continuano ad attaccare: Gerbo crossa in area verso Mazzeo, che fa da sponda per Beretta, il quale calcia in porta, ma il suo tiro termina di poco a lato.

L'Empoli risponde con Romagnoli, che scocca un sinistro dalla distanza, che si spegne ampiamente sul fondo. Su capovolgimento di fronte Foggia ad un passo dal gol: Beretta conclude da distanza ravvicinata, ma Provedel è straordinario nella risposta, infatti l'estremo difensore empolese con uno stupendo intervento riesce ad evitare la seconda capitolazione ai suoi. In pieno recupero cerca la tripletta Caputo, ma il suo tiro da posizione defilata viene bloccato senza troppi patemi da Guarna. Su questa conclusione del centravanti azzurro finisce la partita, con l'Empoli che può così festeggiare la vittoria per 3-1.