Crotone - Nicola fa la conta degli infortunati e dei reduci dalle nazionali

Problemi di formazione per mister Nicola, che domenica affronterà in casa il Torino alla caccia di altri punti salvezza. Intanto parlano Simy e Martella.

Crotone - Nicola fa la conta degli infortunati e dei reduci dalle nazionali
Rolando Mandragora (20)

Si avvicina un compito non facile per il Crotone di mister Nicola. Domenica alle 15 arriva infatti all'Ezio Scida il Torino, privo di Belotti, ma che ha tanti giocatori di spessore, per puntare all'Europa League. Tutt'altro l'obiettivo degli squali, che puntano alla salvezza e cercano altri punti per alimentare il sogno, dopo essere arrivati a quota cinque grazie alla vittoria nello scontro diretto con il Benevento e al pareggio firmato Simy nell'altro scontro diretto, in casa della SPAL. Per questa sfida, il tecnico dovrà ragionare bene su quali elementi far scendere in campo. Oggi è rientrato l'ultimo giocatore impegnato in Nazionale, ovvero Rohden.

Ai box ci sono già gli infortunati Tonev e Tumminello, in particolare il giovane del vivaio della Roma difficilmente tornerà in campo a breve, visto il problema al ginocchio e quindi bisognerà fare a meno di lui. Oltre a loro due, da valutare le condizioni anche di Mandragora, Nalini e Sulijc, che ieri si sono allenati a parte. In particolare il neo capitano dell'Under 21 è da tenere d'occhio perchè è l'elemento migliore del centrocampo ed è rientrato dagli impegni internazionali acciaccato. Contro il Torino servirà una partita compatta e rocciosa, che dovrà essere fatta di tanta lotta, per far nascere nei granata quelle difficoltà che sono emerse contro Benevento ed Hellas Verona, due squadre che, come il Crotone, lottano per non retrocedere di categoria.

Intanto hanno rilasciato alcune dichiarazioni alla tv del club Martella e Simy. Queste le dichiarazioni di Martella, sempre più titolare in maglia rossoblù e in aria di rinnovo:"Belotti è infortunato, ma davanti hanno comunque gente fortissima che può risolvere il match da un momento all'altro. Il mister tiene sul pezzo tutti quanti, dal primo all'ultimo. Siamo tutti indispensabili in questa squadra. Le cento presenze per me sono  un traguardo importantissimo. Dobbiamo restare agganciati alle squadre davanti a noi, non come accaduto lo scorso anno. Ai tifosi chiedo di venire in massa domenica allo stadio, lo scorso anno abbiamo conquistato la salvezza in casa ed è giusto che lo stadio sia pieno". Queste invece le parole del centroavanti: "Lavoriamo con grande intensità, con la concentrazione al massimo, pensando alla sfida con il Torino. Siamo tutti focalizzati su quello, l'anno scorso abbiamo pareggiato e ho fatto gol ma questa è una stagione diversa e il Torino è ancora più forte, con tanti nuovi arrivi. Siamo coscienti che sarà molto molto difficile, dobbiamo provare a fare quello che il mister ci chiede con ambizione ed entusiasmo".