Serie B: crollano le big, volano Venezia e Cremonese. Nelle zone basse, bene lo Spezia

Goal e spettacolo in questa giornata di Lega B: cadono Palermo ed Empoli, salgono Venezie e Cremonese. 3-3 tra Cesena e Foggia, pari anche per la Ternana.

Serie B: crollano le big, volano Venezia e Cremonese. Nelle zone basse, bene lo Spezia
Source photo: profilo twitter Novara Calcio

Un'altra, sorprendente giornata di Lega B. Contrariamente a quanto immaginato alla vigilia, infatti, molte big sono cadute, accorciando ancor di più una classifica che vede ben dieci squadre in tre punti. Il primo risultato inaspettato, è sicuramente il tonfo dell'Empoli, che in casa del Venezia cede sotto i colpi del micidiale Moreo nei minuti finali. I lagunari sono ora secondi, a conferma di un progetto serissimo cominciato subito dopo la promozione dalla Lega Pro. Stupendo 3-3, inoltre, tra Cesena e Foggia, sfida che si anima nella ripresa: dopo la rete di Coletti e Beretta, i romagnoli accorciano con Dalmonte, subendo ancora da Mazzeo. Castori può sorridere però grazie ad un'autorete e a Rigione. Secondo successo consecutivo, poi, per il Pescara, che contro l'arcigno Avellino vince per 2-1: apre i giochi Bidaoui, rimonta biancazzurra con Mancuso e Pettinari.

Pareggio che conferma un momento poco felice, quello del Frosinone a Salerno, con i ciociari che pareggiano, grazie a Crivello, l'iniziale vantaggio campano firmato da Schiavi. Un punto prezioso, per i granata, che continuano così a navigare a vista della zona playoff, distante solo due punti. Ha davvero del clamoroso, al contrario, il tonfo casalingo del Palermo, che cede armi e punti al Novara del grande ex Eugenio Corini. I rosanero, che faticano a volare, cedono le armi a causa delle marcature vincenti di Moscati, autore di due goal. Brutto pari, invece, quello tra Pro Vercelli e Carpi, uno 0-0 povero sotto il profilo del gioco ma che divide la posta in palio. 

Respira, invece, il Parma, che dopo una parentesi poco felice riesce a superare la Virtus Entella Chiavari con una prova convincente davanti al proprio pubblico. Dopo la rete iniziale marcata da capitan Lucarelli, i ducali subiscono il momentaneo pari di Luppi, conquistando però i tre punti grazie a Calaio' e Roberto Insigne. Non sembra avere fine, al contrario, la discesa del Perugia, alla quarta sconfitta consecutiva. Contro le Spezia, gli umbri non riescono mai a passare in vantaggio, subendo le iniziali reti di Masi e Mastinu ed accorciando con Volta. Nella ripresa, Forte e Granoche allungano, vanificando la rete in extremis di Musacchio. Pari e patta, infine, anche tra Ternana ed Ascoli: a Favilli, risponde Montalto.

DI SEGUITO LE SFIDE DI QUESTO SABATO:
15:00 Finale Cesena 3 - 3 Foggia  
15:00 Finale Palermo 0 - 2 Novara  
15:00 Finale Parma 3 - 1 Entella  
15:00 Finale Pescara 2 - 1 Avellino  
15:00 Finale Pro Vercelli 0 - 0 Carpi  
15:00 Finale Salernitana 1 - 1 Frosinone   
15:00 Finale Spezia 4 - 2 Perugia  
15:00 Finale Ternana 1 - 1 Ascoli  
15:00 Finale Venezia 1 - 0 Empoli