Atalanta in zona Europa, Palermo nel baratro: le parole del post

Il 3-0 di Bergamo mette in seria discussione Ballardini e fa sognare i nerazzurri, ora sesti aspettando Milan e Sassuolo.

Atalanta in zona Europa, Palermo nel baratro: le parole del post
Atalanta in zona Europa, Palermo nel baratro: le parole del post

Gioia contro delusione, sogni contro incubi. Atalanta Palermo in questo momento della stagione sono esattamente contrapposte per forma, per morale e per posizione in classifica: i nerazzurri sognano l'Europa al sesto posto, i rosanero si guardano impauriti le spalle. E la vittoria per 3-0 di oggi pomeriggio non fa che alimentare le speranze di Reja, che però non si sbilancia ai microfoni di Sky.

"Terminiamo il girone d'andata, poi faremo le valutazioni - spiega il tecnico, come riportato da TMWL'alta classifica non ci fa male. Lavoriamo tranquilli, siamo contenti del nostro lavoro sia dal punto di vista fisico che tattico. Oggi meno bravi dal punto di vista tecnico, ma più lucidi in zona gol. Ballardini? Un'idea ce l'avrei, ma non la esterno. Mi è dispiaciuto per Iachini, sono rimasto sorpreso. La squadra stava facendo bene prima e oggi ho visto un Palermo di buona qualità".

Dall'altra parte non parla il tecnico Ballardini, ma il DS Gerolin. Ballardini potrebbe non essere più l'allenatore dei rosanero, e il nome che si fa è quello di Iachini. "Il presidente cerca sempre di fare il bene del Palermo, starà pensando e valutando di venir fuori da questa situazione difficile", spiega senza sbilanciarsi Gerolin, che poi spiega: "Il mister è nello spogliatoio con i ragazzi, vuole mantenere una certa serenità. Dobbiamo mantenere la calma in un momento difficile e soltanto il lavoro può darci ciò che dobbiamo raggiungere".

Infine, un commento riguardo ai giocatori, che sono andati a raccogliere "l'abbraccio" dei tifosi dopo la partita: "Sicuramente i ragazzi sono andati sotto la curva per provare a salutarli, sono momenti in cui bisogna stare sereni perché solo col lavoro ne possiamo venire fuori. Sabato col Frosinone c'è bisogno del nostro pubblico".