Coppa Italia - L'Atalanta travolge il Pescara 3-0 e vola agli ottavi

Nel match valevole per il quarto turno di Coppa Italia l'Atalanta batte il Pescara 3-0 grazie alle reti di Grassi, Raimondi e Pesic.

Coppa Italia - L'Atalanta travolge il Pescara 3-0 e vola agli ottavi
Coppa Italia - L'Atalanta travolge il Pescara 3-0 e vola agli ottavi
ATALANTA
3 0
PESCARA
ATALANTA: SPORTIELLO; RAIMONDI, TOLOI, BASTONI, DRAME, FREULER ( 61' MASIELLO), GRASSI ( 73' MIGLIACCIO), D'ALESSANDRO, GAGLIARDINI, PESIC, CAPONE ( 46' LATTE). ALL. GASPERINI
PESCARA: FIORILLO; VITTURINI, ZUPARIC, GYOMBER, BIRAGHI, CRISTANTE, BRUNO, VERRE ( 46' ZAMPANO), MURIC ( 60' MEMUSHAI), MITRITA ( 23' MANAJ), PETTINARI. ALL. ODDO
SCORE: 3-0. 1-0 7' RAIMONDI, 2-0 29' GRASSI, 3-0 93' PESIC
ARBITRO: LA PENNA AMMONITI. CRISTANTE, BRUNO, ZUPARIC (P), RAIMONDI (A)
NOTE: STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA INCONTRO VALIDO PER IL QUARTO TURNO DI COPPA ITALIA

Tutto troppo facile per l'Atalanta che, all'Atleti Azzurri d'Italia, batte il Pescara 3-0 nel match valido per il quarto turno di Coppa Italia. Il risultato si sblocca dopo soli sette minuti con Raimondi che ribadisce in rete dopo una respinta di Fiorillo su tiro di Grassi. Lo stesso Grassi al 29' trova la rete del raddoppii. Nel finale arriva anche la gioia per Pesic. Ora gli uomini di Gasperini affronteranno la Juventus agli ottavi. 

Ampio turnover per entrambe le squadre: l'Atalanta si schiera con Sportiello in porta, difesa a tre con Raimondi, Toloi, Bastoni; seconda linea composta da Dramè, Grassi, Freuler, D'Alessandro e Gagliardini mentre davanti la coppia inedita Pesic-Capone. Il Pescara risponde con il solito 4-3-2-1 con Fiorillo in porta, reparto arretrato formato da Vitturini, Zuparic, Gyomber (che torna dopo l'infortunio) e Biraghi. Metà campo formata da Bruno, Cristante e Verre mentre davanti spazio a Mitrita e Muric dietro l'unica punta Pettinari. 

Partita godibile nei primi minuti con entrambe le squadre che si afforntano a viso aperto cercando il guizzo nei pressi del limite dell'area. Il risultato, infatti, si sblocca al 7' quando Grassi tira dal limite, Fiorillo respinge ma il più lesto è Raimondi che mette dentro il gol dell'1-0. Pochi minuti dopo gli uomini di Gasperini che vanno ad un passo dal raddoppio ma Capone da pochi passi si fa ipnotizzare da Fiorillo. Lo stesso episodio si ripete al 17' ma stavolta è Freuler a farsi ipnotizzare dall'estremo ospite. E il Pescara? Si fa notare solo per il cambio forzato con Manaj che prende il posto di Mitrita. Al 29' arriva il raddoppio Atalantino con Bastoni che mette in mezzo un pallone sul quale Grassi si avventa, anticipando Gyomber, e di piatto fa 2-0. Il primo squillo degli ospiti arriva solo al 37' con un tiro di Verre dai 20 metri che termina a lato. Prova a creare qualcosa in più la squadra di Oddo, al 46' Verre imbecca Manaj ma Sportiello è provvidenziale in uscita. La prima frazione termina con il doppio vantaggio meritato della Dea

Nell'intervallo Gasperini opta per il primo cambio inserendo Latte per Capone mentre Oddo inserisce Zampano per Verre. Subito biancazzurri propositivi nella ripresa con una punizione di Biraghi che trova un colpo di testa di Pettinari ma la sfera esce fuori di poco. Visti i ritmi bassi e il risultato che non si smuove, Oddo si gioca anche il terzo cambio inserendo Memushai per Muric. Le occasioni più grandi ce l'ha sempre l'Atalanta, al 62' Gagliardini imbecca alla grande Pesic che, a tu per tu con Fiorillo, spara sulla luna. La palla staziona nella metà campo del Pescara, ma gli uomini di Oddo non sembrano avere la forza di reagire.

Al 70' è ancora l'Atalanta a sfiorare il gol: Gagliardini allarga per Raimondi il quale mette in mezzo per Latte che tutto solo spedisce clamorosamente sulla traversa. Al 77' squillo anche del Pescara con Pettinari che costringe Sportiello alla respinta con i piedi su un tiro da dentro l'area. Si abbassano notevolmente i ritmi nel finale con l'Atalanta che controlla ed il Pescara che pensa già al prossimo impegno con il Cagliari. L'occasione per riaprire la partita in realtà il Pescara ce l'ha all' 86' ma Cristante spedisce a lato a tu per tu con Sportiello. L'occasione ce l'ha poi anche l'Atalanta con un destro terrificante di Raimondi dai 20 metri che colpisce in pieno la traversa, poi Latte non da la giusta potenza al colpo di testa e Fiorillo blocca. Al 93' la Dea cala il tris con Pesic che, lanciato a rete, trafigge Fiorillo con un perfetto diagonale, 3-0 e triplice fischio. L'Atalanta batte 3-0 il Pescara e vola agli ottavi dove affronterà la Juventus.