Atalanta, a San Siro con le certezze: le scelte di Gasperini

Gasperini potrebbe escludere Kurtic, unico ancora in dubbio, mentre dietro Zukanovic dovrebbe prendere il posto di Masiello. Nessun esperimento e adattamento per un match decisivo per la corsa allEuropa.

Atalanta, a San Siro con le certezze: le scelte di Gasperini
Fonte immagine: Eco di Bergamo

Il sogno europeo dell'Atalanta deve affrontare la dura realtà di una delle trasferte più complicate dell'anno. Gli orobici giocano oggi pomeriggio sul campo dell'Inter, con l'obiettivo di allungare o quantomeno, complice la sconfitta del Milan, di mantenere il vantaggio. Davanti il Napoli e la Roma possono correre, avendo un turno sulla carta favorevole, mentre la Lazio dovrà vedersela col Torino domenica sera. Dietro, invece, il passo falso dei rossoneri permetterebbe ai nerazzurri (sia quelli bergamaschi che quelli milanesi) di alzare la quota Europa League, allontanando la banda di Montella.

La situazione di classifica tra chi vuol blindare il posto Champions (Roma e Napoli), chi vede il Napoli e cova l'assalto al terzo posto (ma occhio al passo incerto dei giallorossi), mentre le tre di coda sperano in un paio di crolli davanti per ridarsi una speranza.

Gian Piero Gasperini si sta portando dietro un solo grande dubbio, come spiegato ieri in conferenza stampa: quello relativo a Jasmin Kurtic, che, come confermato ieri dal tecnico in conferenza stampa, non è al meglio. Lo sloveno è stato convocato e salvo sorprese dovrebbe partire, anche se nel caso si scalda D'Alessandro, già titolare settimana scorsa con la Fiorentina, ma senza brillare particolarmente. A centrocampo il rientro pesante riguarda Franck Kessié, che torna sul centro sinistra vicino a Freuler. Sugli esterni ovviamente Conti e Spinazzola, in avanti altrettanto ovviamente Petagna e Gomez. Assente in difesa è Masiello, al suo posto la solita certezza Zukanovic, per comporre il trio con Toloi e Caldara, davanti a Berisha.

le scelte di Gasperini

Calcio d'inizio alle ore 15.00 allo stadio San Siro, davanti a oltre 60mila spettatori. Arbitra Irrati.