Atalanta, con il Genoa sarà una sfida da doppio ex

Gasperini torna a Marassi e sulla panchina del Grifone c'è quel Mandorlini già giocatore ed allenatore della Dea.

Atalanta, con il Genoa sarà una sfida da doppio ex
L'abbraccio tra Mandorlini e Gasperini prima di un Genoa-Verona, www.zimbio.com

Nella partita d’andata, all’Atleti Azzurri d’Italia, Gian Piero Gasperini affrontava il suo allievo Ivan Juric; domenica prossima invece, nel ritorno a Marassi da avversario del Genoa, il tecnico si troverà di fronte Andrea Mandorlini, a sua volta ex di turno, sia come calciatore – 38 presenze ed un goal nella Serie B 1980-81 – che come allenatore – promozione in Serie A nella stagione 2003-04 ed esonero l’anno dopo, con 0 vittorie nelle prime 14 giornate.

Mandorlini ha finora guidato il Grifone in 4 partite, conquistando 4 punti – 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte – senza ancora trovare il successo al Ferraris e certamente sarà motivato a centrare i tre punti contro la Dea, come dichiarato all’Eco di Bergamo: “È sempre speciale incontrare l’Atalanta. Ho un bellissimo ricordo di quella promozione: penso ai tanti giovani lanciati e alla striscia record (24 gare senza sconfitte). L’Atalanta è la vera rivelazione di questo campionato: sta facendo benissimo, dispone di giocatori importanti e ha grande fiducia. La partita è tutta da giocare, entrambe le squadre hanno grandissime motivazioni: una vuole l’Europa, l’altra punta a ritrovare un risultato positivo”.

Dall’altra parte però nemmeno Gasperini si farà intenerire dall’affetto che gli manifesteranno i tifosi rossoblu e cercherà di proseguire il cammino da record di quest’anno, alla caccia della qualificazione in Europa League. Come dichiarato dal tecnico di Grugliasco, l’obiettivo dell’Atalanta è quello di migliorare i primati della società: la prossima vittoria sarà la numero 18, mai successo prima d’ora nella storia nerazzurra, ed incrementerà ulteriormente il bottino di punti in classifica – 55 attualmente -, in questo caso già superato il massimo raggiunto – 52 effettivi nella stagione 2011-12. A margine della cerimonia di consegna della Panchina d’Oro e d’Argento, Gasperini, nonostante il basso profilo, ha confessato: “Sarebbe una piccola delusione non arrivare in Europa arrivati fin qui. Ci proveremo, poi lavoreremo per la nuova stagione senza cambiare i programmi della società”.

Oggi pomeriggio l’Atalanta si è radunata al centro Bortolotti di Zingonia dopo i due giorni di riposo a seguito della larga vittoria in amichevole contro il Chiasso per 7-0 sabato mattina, in attesa che rientrino i vari nazionali in giro per il mondo.