Atalanta, Gasperini in conferenza stampa: "Chievo? Sono una squadra ostica"

Il tecnico degli orobici introduce ai media la prossima sfida: "Sono contento per la convocazione di Gomez".

Una serata al limite del credibile, ora si torna alla normalità. L'Atalanta è destinata, nella giornata di domani, a rientrare nei canoni per lei normali della Serie A, in cui affronterà il Chievo nella prossima gara, il cui calcio d'inizio è previsto per le ore 15:00 allo stadio Bentegodi. Il momento di forma dei nerazzurri, dopo un avvio lento e complicato, sembra essere tornato su buonissimi livelli: già il successo di una settimana fa col Sassuolo, prima del clamoroso 3-0 rifilato all'Everton, aveva dimostrato questo. Come vuole la tradizione, il tecnico Gian Piero Gasperini ha oggi introdotto la sfida nella classica conferenza stampa con i media: il sito ufficiale della Dea ci racconta i momenti salienti delle dichiarazioni. In primis, c'è un pensiero dell'allenatore sulla partita ormai prossima: "Veniamo da una serata particolare in Europa League, ma dobbiamo essere bravi a calarci subito in campionato e archiviare la vittoria sull'Everton. Abbiamo solo due giorni per metabolizzare quella partita, in tal senso la gara di Verona sarà una prova di maturità per noi: come bisogna avere la forza di cancellare subito le sconfitte, bisogna fare altrettanto anche con le vittorie".

Uno sguardo agli avversari e a quella che potrebbe essere la probabile formazione, che risulta però ancora incerta, con ballottaggi ancora ttti da chiarire in ogni reparto: "Loro sono una squadra ostica, collaudata e non dobbiamo pensare alla gara dell'anno scorso che avevamo vinto perché ogni stagione è una storia a sè. Turnover in vista degli impegni ravvicinati? C'è l'intenzione di usarlo perché abbiamo giocatori che meritano".

Nemmeno il leader della squadra, il Papu Gomez, è sicuro di una maglia da titolare per la prossima partita. In compenso, si è guadagnato di nuovo quella dell'Albiceleste: "Sono molto contento per questa convocazione. Era già stato chiamato a giugno e ora è stato richiamato".