Atalanta, Caldara è ancora in dubbio per l'Europa League

La squadra bergamasca è pronta per la trasferta di Liverpool, ma Caldara è ancora sotto osservazione.

Atalanta, Caldara è ancora in dubbio per l'Europa League
Atalanta, Caldara è ancora in dubbio per l'Europa League | Twitter Manuel Monzani

L'Atalanta è ad un passo dalla qualificazione ai sedicesimi di Uefa Europa League, ma per farlo deve ottenere almeno un punto a Goodison Park contro l'Everton, una trasferta all'apparenza facile, ma che nasconde tante insidie. I nerazzurri arrivano a Liverpool dopo la sconfitta patita a San Siro contro l'Inter, frutto comunque di una discreta prestazione prima che il ciclone di nome Mauro Icardi si scatenasse sulla difesa orobica spazzando via lo 0-0 resistito fino a quel momento.  

La retroguardia è proprio uno dei tasti dolenti per Gian Piero Gasperini, allenatore degli Orobici. Il Gasp a San Siro ha dovuto rinunciare a Leonardo Spinazzola e Mattia Caldara e rischia di doverlo fare anche in Europa. L'esterno sicuramente non ci sarà, mentre il difensore promesso sposo bianconero è ancora da valutare: il fastidio all'adduttore destro sembra essere rientrato, ma l'allenatore bergamasco potrebbe decidere di non rischiarlo nella sfida di giovedì. Se Caldara dovesse scendere in campo prenderà sicuramente il posto di Palomino, positivo contro l'Inter, che necessita però di un turno di riposo. Chi invece ci sarà con ogni certezza è Remo Freuler. Lo svizzero, squalificato nel match contro i nerazzurri, tornerà in campo con la maglia dei bergamaschi per ridonare stabilità e copertura, oltre che inserimenti al centrocampo di Gasperini. 

In avanti, nonostante l'opaca prestazione di Milano, ci sarà sempre il Papu Gomez in coppia con Petagna, forse il vero insostituibile dell'attacco atalantino. Alle loro spalle una maglia per tre: Ilicic, Kurtic e Cristante. L'italiano sta vivendo un ottimo momento di forma ed appare rinato con la cura Gasperini, per questo motivo lui appare come il favorito sulla coppia tutta slovena. Tutto sarà più chiaro dopo l'ultima seduta di allenamento al centro Bortolotti di Zingonia che si è tenuta a porte chiuse, l'ultima in terra italiana prima della partenza verso la terra d'Albione.