Il Bologna si rinnova: Donsah, Benzia, Giaccherini e Taider

Il centrocampista del Cagliari ha svolto ieri le visite mediche, mentre l'attaccante del Lione pare sempre più vicino. Oggi giornata interlocutoria per gli altri due centrocampisti.

Il Bologna si rinnova: Donsah, Benzia, Giaccherini e Taider
Il Bologna si rinnova: Donsah, Benzia, Giaccherini e Taider

La sconfitta per 2-1 sul campo della Lazio ha rappresentato la seconda partita ufficiale della stagione del Bologna, che all'esordio era stato sconfitto in Coppa Italia per 1-0 dal Pavia in casa. I due match, distanti una settimana l'uno dall'altro, hanno evidenziato due versioni quasi diverse dei rossoblu, anche dal punto di vista dell'organico. Il cambiamento maggiore potrebbe però registrarsi in questa settimana, nella quale Pantaleo Corvino potrebbe chiudere un poker di acquisti niente male per una squadra che punta alla salvezza come obiettivo primario.

Il primo nome sulla lista è quello di Godfred Donsah, operazione già conclusa nei giorni scorsi e che dovrebbe diventare ufficiale oggi. Il centrocampista arriva dal Cagliari e, tra costo del prestito e riscatto (obbligatorio), dovrebbe permettere ai sardi di intascare circa 8 milioni. Un rinforzo fondamentale a centrocampo, visto che il classe 1996 porta corsa e sostanza in un reparto apparso ancora tutto da perfezionare all'esordio. Forse è anche per questo che sul taccuino di Corvino ci sono altri due nomi che rinforzerebbero la mediana.

Quello di Emanuele Giaccherini è un nome che ispira per due motivi: l'esperienza e la duttilità. L'ex Cesena e Juventus ha ricoperto praticamente tutti i ruoli del centrocampo, dall'ala all'esterno, dall'interno al trequartista, garantendo sempre ottime prestazioni. A favore gioca anche il fatto che al Sunderland veda poco il campo. Oggi gli agenti del giocatore incontreranno la società inglese per capire se l'operazione può andare in porto. Un pizzico di romanticismo in più invece per Saphir Taider, giocatore cresciuto nel Bologna e poi passato all'Inter con scarso successo. Il suo cartellino è ancora in mano ai nerazzurri, operazione non facile ma che potrebbe chiudersi in prestito.

Si lavora invece per chiudere a titolo definitivo la diatriba Benzia: il classe 1994 vuole lasciare Lione, avendo il contratto in scadenza 2016, ma manca l'accordo tra le due società. I francesi chiedono tre milioni (ed è noto quanto sia difficile trattare con Aulas), il Bologna vuol chiudere a meno. Parti non distanti, c'è la volonta di mandare in porto la trattativa, per regalare a Delio Rossi quello che sarebbe un Bologna di lusso.