Il Bologna riceve il Chievo, Donadoni: "Domani saranno decisive le energie psicologiche"

Il tecnico rossoblu in conferenza stampa: "Tante assenze, ma abbiamo alternative. San Siro è il passato, col Chievo serve una prova di maturità"

Il Bologna riceve il Chievo, Donadoni: "Domani saranno decisive le energie psicologiche"
Il Bologna riceve il Chievo, Donadoni: "Domani saranno decisive le energie psicologiche"

Il Bologna domani ospita il Chievo nel match della 19^ giornata di Serie A. I rossoblu cercano la seconda vittoria consecutiva dopo l'exploit di San Siro contro il Milan. Contro i clivensi, reduci dal pirotecnico 3-3 contro la Roma, sarà l'ennesima prova di maturità: fin qui, il Bologna sta viaggiando alla media di due punti a gara, un ritmo da Champions League e non ha intenzione di fermarsi. 

Roberto Donadoni è intervenuto questa mattina in conferenza. Tanti i temi toccati, con il Bologna che vuole chiudere il girone d'andata con una un'altra vittoria per allontanarsi sempre di più dai  bassi fondi della classifica: "Sarà soprattutto una prova di maturità. Non amo considerare il campionato su basi diverse da quelle che avevamo in partenza. La salvezza resta l'unico obiettivo. Anche se, alzare l'asticella è la condizione per trovare sempre nuovi stimoli". Gli emiliani ospitano il Chievo di Maran, reduce dal buon pari contro Roma: "Ci aspetta una gara difficile contro un avversario tosto che ha caratteristiche ben precise, dal punto di vista fisico dovremo mettere in campo una grande prestazione giocando con attenzione e aggressività. Veniamo entrambe da una gara infrasettimanale che ha comportato un dispendio di energia: saranno le motivazioni psicologiche a fare la differenza. Dare continuità è un obiettivo che non dipende esclusivamenta dalla prestazione ma anche dagli stimoli con cui si affrontano gli allenamenti giorno per giorno." 

In chisura, tante assenze per il Bologna in vista della gara di domani contro il Chievo: Maietta, Brienza e Rizzo infortunati, più Mounier e Diawara squalificati, ma il tecnico rossoblu non si dispera: "Alcuni giocatori non saranno a disposizione ma abbiamo delle alternative, ho già detto che spesso chi subentra fa la differenza: tanti giocatori hanno le qualità per scendere in campo e mettersi in mostra. Sarà un test delicato e sono curioso di vedere la reazione della squadra".