Bologna, Donadoni: "Destro è ok, a Roma non ci possiamo solo difendere"

L'allenatore rossoblu riconosce il valore della squadra di Spalletti, ma chiede al suo Bologna di osare.

Bologna, Donadoni: "Destro è ok, a Roma non ci possiamo solo difendere"
Roberto Donadoni, laroma24.it

Il Bologna di Roberto Donadoni, dopo la Fiorentina, prova a misurare la propria crescita contro una squadra se possibile ancora più in forma dei viola e cioè la Roma di Luciano Spalletti. Il successo in Europa League ha mostrato ancora una volta la qualità soprattutto offensiva dei giallorossi, ma anche il Bologna, secondo Donadoni, ha le armi per fare male in avanti.

Ecco perchè in conferenza stampa l'allenatore rossoblu prova ad incoraggiare la propria squadra: "La Roma è forte, ma non andremo all'Olimpico solo per difenderci. Conosco il valore dei giallorossi, non dobbiamo mai ragionare sull'avversario. Dobbiamo tirar fuori le nostre qualità, serviranno personalità e carattere per rispondere colpo su colpo alle loro giocate. Sarà un bel test contro un avversario prolifico, queste sono partite che io, da giocatore, vorrei giocare.  Manca sempre una parte se ragioniamo in funzione dell’avversario. Come ho detto ai ragazzi, la Roma è forte, ma proviamo a fare qualcosa, attacchiamo l’area di rigore con tanti giocatori senza paura." Altri consigli di Donadoni per i suoi ragazzi: "I ragazzi devono mettere in campo la convinzione e la rabbia che avrei io al posto loro. Mi aspetto da tutti che ci sia una crescita. Dagli errori bisogna saper recuperare. I bonus per gli errori li ha chi ha questo atteggiamento. Io do la possibilità ma devo avere delle risposte. Bisogna andare in campo con la convinzione di poter fare qualcosa di determinante."

Il rigore che ha deciso Bologna-Fiorentina, repubblica.it
Il rigore che ha deciso Bologna-Fiorentina, repubblica.it

Donadoni conferma il recupero di Destro e si sofferma sul lungo stop, circa tre mesi, che ha costretto Simone Verdi a fermarsi: "Destro sta bene, ha avuto buone sensazioni e per questo è a disposizione, partirà con noi. L’importante è che l’intervento di Verdi sia andato bene, per dare certezze nel recupero. L’ho sentito ieri al telefono e stava bene. Peccato essere incorsi in un infortunio perché poteva essere chiamato anche in Nazionale. Avrà modo di far vedere di nuovo ciò di cui è capace. Non sarà facile sopperire alla sua generosità." Focus anche sulla difesa: "Oikonomou ha delle potenzialità, a volte palesa atteggiamenti che devono essere diversi. Se durante la settimana si sforza di fare questo percorso, lo completerà. Ferrari sta bene, sicuramente è in ballottaggio." Infine consigli a due giocatori, ovvero Di Francesco e Rizzo: "In questi ultimi tempi ha un po smarrito l’atteggiamento con cui si è presentato. Mi aspetto da lui una grinta e una vitalità da lui che ha smarrito. Anche Rizzo deve avere più consapevolezza dei suoi mezzi."