Bologna, Verdi: "Orgoglioso di aver vestito la maglia azzurra"

Dopo l'esordio con la nazionale, Simone Verdi è tornato ad allenarsi agli ordini di Roberto Donadoni, ma certamente non dimenticherà i dieci giorni vissuti a Coverciano.

Bologna, Verdi: "Orgoglioso di aver vestito la maglia azzurra"
Bologna, Verdi: "Orgoglioso di aver vestito la maglia azzurra"

Dopo l'avventura con la Nazionale Italiana con cui ha anche fatto l'esordio nella partita contro l'Olanda, Simone Verdi è tornato a Casteldebole per unirsi al resto del gruppo agli ordini di Roberto Donadoni. Proprio dal centro sportivo del Bologna, l'attaccante scuola Milan ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo questa settimana e mezza vissuta con l'azzurro addosso. 

"Sono stati dieci giorni che mi ricorderò per sempre è stata una bella soddisfazione per me e la società - ha commentato Verdi ai microfoni di BFCTV -. Sono orgoglioso e spero di poter essere orgoglioso ugualmente anche in futuro portando la maglia del Bologna in Nazionale. Devo continuare a fare bene per riconquistare l'azzurro". Verdi appare ovviamente felice del suo debutto con i colori della sua nazione, anche se ha giocato appena tre minuti. L'attaccante rossoblù però non si è scoraggiato per il poco minutaggio, conscio della situazione tattica in cui si era messa la partita. "Il mister mi ha messo dentro gli ultimi tre minuti perché dovevamo fare bene la fase difensiva e io forse non ero il giocatore più adatto. Lo ringrazio per avermi dato questa possibilità", ha detto Verdi. 

L'attaccante bolognese si è poi soffermato sulle possibilità che la nazionale dà ai giocatori delle medio-piccole squadre: "è stato bello allenarsi con tanti campioni, capisci perché sono al top da tanti anni. Abbiamo lavorato bene", conclude l'ex Carpi. Adesso, però, Verdi è ritornato alla base e da ora fino al termine della stagione dovrà concentrarsi esclusivamente sul Bologna. Il prossimo impegno dei rossoblù sarà il derby contro la Fiorentina, un appuntamento da non sbagliare per non contrariare ulteriormente i propri tifosi e continuare la striscia di vittorie aperta contro Sassuolo e Chievo Verona. L'ultimo trionfo al Franchi dei felsinei risale al 2010 quando Di Vaio e Gimenez resero inutile il gol siglato da Mutu per i fiorentini. Per il Bologna è quindi giunto il momento di tornare a vincere nella tana della viola, allontanando definitivamente la zona rossa della classifica.