Saputo: "Stiamo trattando con Donadoni il rinnovo. E vi spiego la situazione di Dzemaili"

"Ho fiducia in tutto lo staff tecnico e per questo vogliamo proseguire il rapporto con Donadoni. Dzemaili lascerà il Bologna per trasferirsi al Montreal Impact ma resta da capire quando. In estate prenderemo uno forte quanto lui"

Saputo: "Stiamo trattando con Donadoni il rinnovo. E vi spiego la situazione di Dzemaili"
intervista saputo bologna

Giornata importante per il Bologna che ieri ha inaugurato davanti alla stampa, alle autorità e agli sponsor la nuova ala del Centro Tecnico Niccolò Galli destinata a spogliatoi, infermerie, sale video e magazzino, che da questa settimana sarà a disposizione della prima squadra e delle giovanili.

A margine dell'inaugurazione ha parlato il patron del club Joey Saputo che parte proprio dalla soddisfazione per i lavori svolti al centro sportivo:

"Quando sono arrivato a Bologna la prima cosa che volevo fare era riportare la gloria al Bologna. Se vediamo le grandi squadre in Europa e in America il centro sportivo è molto importante, così come lo stadio il cui iter per il restyling sta procedendo bene".

Il presidente canadese parla poi del rinnovo di Donadoni mostrando ottimismo per il buon esito della trattativa: "Abbiamo un grande staff tecnico che ci dà grande fiducia, così come una grande dirigenza. Donadoni ha un contratto di un altro anno ma stiamo discutendo del rinnovo e non dovrebbero esserci problemi. Parlo spesso con lui e con Fenucci e Bigon e non solo quando vengo qui".

Da capire invece il destino di Blerim Dzemaili, promesso sposo al Montreal Impact, e Saputo spiega la situazione del centrocampista: "Blerim è venuto qui per stare un solo anno e trasferirsi al Montreal prima della fine del campionato. Se dovesse concludere il campionato qui salterebbe ben 8 otto partite con il Montreal. Quindi vedremo la situazione del Bologna in classifica, se saremo salvi probabilmente lascerà la squadra in anticipo saltando le ultime 3 partite di campionato.

Il mio obiettivo è sempre fare il bene del club, non rinforzerei mai il Montreal indebolendo il Bologna e viceversa. Quindi la prossima estate cercheremo di prendere un giocatore forte quanto Dzemaili, magari giovane da far crescere oppure esperto ma già pronto per il campionato.".