Bologna, prove tecniche anti-Empoli

Roberto Donadoni è alle prese con la stesura dell'undici da opporre all'Empoli.

Bologna, prove tecniche anti-Empoli
Bologna, prove tecniche anti-Empoli

Mancano ormai solo due giorni allo scontro del Castellani tra Empoli e Bologna. Il tecnico Roberto Donadoni prosegue la preparazione in vista del match che avrà inizio domenica alle ore 15:00. Dal centro sportivo di Casteldebole, giungono buone notizie per ciò che concerne la situazione infortuni:  Di Francesco, Helander e Torosidis hanno ripreso a lavorare con il gruppo, e molto probabilmente verranno convocati per la gara di Empoli. Difficile comunque un loro impiego, soprattutto dal primo minuto, in quanto lo staff medico ci andrà cauto per evitare possibili, fastidiose, ricadute.

Per quanto riguarda la formazione, Roberto Donadoni nel corso dell'allenamento di questa mattina, svolto un pò a sorpresa a porte aperte, ha provato ancora il 4-3-3 anche se sono stati effettuati diversi esperimenti. Petkovic è stato testato al posto di Krejci, largo nel tridente offensivo, mentre Rizzo addirittura nella veste di terzino destro. La formazione però dovrebbe essere la solita, con Krafth, Gastaldello, Maietta, Mbaye a comporre la linea difensiva ddavanti a Mirante. Il centrocampo, privo ormai di Dzemaili in procinto di partire per il Canada, avrà come protagonisti Donsah, Viviani, Taider ed il tridente vedrà Destro al centro, con Krejci e Verdi ai lati. Domani è prevista la rifinitura, questa volta a porte chiuse, prima della partenza verso la Toscana.

I rossoblù, reduci dalla brillante vittoria casalinga ottenuta contro l'Udinese (4-0), hanno anche registrato la doppietta di Mattia Destro, il quale è arrivato quota nove reti in campionato, avvicinandosi così alla “doppia cifra” che ha toccato già due volte, finora, in carriera: 12 centri con il Siena (2011-2012) e 13 con la Roma (2013-2014). La convincente prestazione, che ha regalato momenti di gioia al popolo rossoblù, unito alla relativa vicinanza tra Bologna ed Empoli, lasciano intendere che ci sarà un folto, nutrito gruppo di sostenitori bolognesi allo Stadio Castellani, per una partita che ai fini della classifica serve a poco.