Bologna, Dzemaili saluta e va a Montreal: "Anno speciale per me qui"

Dzemaili è pronto a cominciare la sua nuova avventura in MLS nella squadra di proprietà del presidente Saputo

Bologna, Dzemaili saluta e va a Montreal: "Anno speciale per me qui"
Blerim Dzemaili, sport.sky.it

Blerim Dzemaili dice addio al Bologna ed è pronto a sbarcare nella MLS, andando a rafforzare il Montreal Impact, squadra della lega di proprietà del presidente rossoblu Saputo. Una scelta soprattutto di vita, nell'aria da diverse settimane e ora diventata ufficiale con le parole che il centrocampista svizzero ha lasciato per i tifosi sul sito ufficiale del Bologna.

Il saluto di Dzemaili parte dal ringraziamento alla città e a tutti i sostenitori del Bologna: "Per me sta per iniziare una nuova avventura - ha dichiarato il giocatore al sito rossoblù - Io sono molto contento di aver vissuto un anno speciale a Bologna, mi sono sentito veramente in famiglia come solo a Napoli mi era capitato in passato. Devo ringraziarvi tutti, città, tifosi, staff tecnico, compagni e tutto il Bologna per quanto mi avete dato." Si parla anche della stagione in corso: "Questa stagione mi ha regalato tante gioie ed emozioni, ho dato tutto me stesso per questa maglia ed era il minimo che potessi fare per tutti voi. Il periodo più importante di questa stagione, la svolta, è stata la gara di Crotone, quando ci siamo staccati nettamente da chi lottava per non retrocedere.

La scelta di andare in Canada è stata mia, ne avevo parlato insieme al Presidente, ed è una scelta di vita per me, sono veramente contento. Sarà un nuovo inizio in un calcio diverso col quale voglio misurarmi, e magari nel tempo portare gli Impact a vincere la MLS." Dzemaili poi spiega meglio l'accordo con gli Impact e parla di alcuni suoi compagni di squadra: "L’accordo, fin dall’inizio, era di scegliere strada facendo quando trasferirmi a Montreal. In questo centrocampo ci sono tanti giocatori forti, devono metterci tanta personalità ma come ho sempre detto sono tutti potenziali titolari. Donsah nel mio ruolo, ad esempio, è un ragazzo che potrà avere una grande crescita. Nagy per me è un grande giocatore, e Taider una garanzia."