Cagliari, pres. Giulini: "Daremo tutti il massimo per vincere la scommessa della Serie A"

Il presidente del Cagliari racconta sogni e ambizioni della squadra di Rastelli in vista del prossimo campionato.

Cagliari, pres. Giulini: "Daremo tutti il massimo per vincere la scommessa della Serie A"
Tommaso Giulini, sardegnasport.com

La corsa in Serie B nella scorsa stagione non ha fatto praticamente pensare mai ad un Cagliari fuori dalle squadre che sarebbero salite in Serie A. La qualità superiore della rosa a disposizione di Rastelli ha fatto la differenza, ma ora l'obiettivo è restare nella massima serie, come spiega il presidente rossoblu Tommaso Giulini.

Così il presidente del Cagliari parla dal ritiro della squadra a Pejo che si sta rivelando un luogo ideale per preparare la stagione: "iamo stati accolti in modo caloroso. Qui è tutto perfetto, dal campo di allenamento alle strutture. Per questo ringrazio il sindaco di Pejo. I ragazzi stanno bene ed è importante perchè in ritiro si gettano le basi per la nuova stagione." Subito poi l'obiettivo richiesto dalla società: "I ragazzi sanno che restare in serie A è fondamentale. La scorsa stagione è stata una faticaccia conquistarla e il lavoro fatto va valorizzato. Potrei raccontare tante storie del gruppo: dalla prima volta in A da allenatore di Rastelli, al desiderio di Capozucca di restare con noi fino all’inaugurazione del nuovo stadio, a Melchiorri che a quasi trent’anni giocherò in A e siamo convinti farà benissimo. In questa squadra ci sono calciatori che hanno vinto una scommessa e vogliono affrontare questa nuova avventura dando il massimo, consapevoli che per loro è una grande occasione."

Il Cagliari corre in ritiro, twitter @CagliariCalcio
Il Cagliari corre in ritiro, twitter @CagliariCalcio

Fiducia in Rastelli, poi, dopo la promozione: "Con il mister abbiamo vinto il campionato di serie B e nella storia del Cagliari non era mai successo. Dal primo giorno che l’ho incontrato gli ho augurato di diventare un tecnico a metà tra Mourinho e Conte. Massimo è fondamentale per noi." Spazio infine alle idee di mercato della società: "Lavoriamo per acquistare un attaccante con le caratteristiche di Cerri. Questa è un’indicazione che arriva dal mister. Cop è un giocatore interessante, lo ha dimostrato con noi e in Spagna, magari non ha avuto grande attaccamento alla maglia. Però ha tanto mercato. Credo che alla fine andrà via. A centrocampo prenderemo un giocatore duttile, che possa ricoprire più ruoli. Abbiamo delle idee."