Cagliari, la carica di Rastelli: "Inizio difficile per tanti motivi, il Sant'Elia ci aiuti domani"

Dopo aver collezionato un sol punto nelle prime tre gare stagionali, i sardi cercano il primo successo contro l'Atalanta. Queste le parole del tecnico in conferenza stampa.

Cagliari, la carica di Rastelli: "Inizio difficile per tanti motivi, il Sant'Elia ci aiuti domani"
Cagliari, la carica di Rastelli: "

Non il miglior inizio, ma solo in termini di punti conquistati, per Massimo Rastelli ed il suo Cagliari, che sebbene abbia sempre offerto discrete prestazioni in termini di gioco e di produzione offensiva è riuscita a raccogliere un solo pareggio, davanti al pubblico amico, contro la Roma. Non ci stanno Borriello e compagni, che hanno intenzione di riscattarsi prontamente già contro l'Atalanta domani pomeriggio al Sant'Elia.

Presentatosi in conferenza stampa con il classico sorriso, l'ex tecnico dell'Avellino ha analizzato così il match, partendo dagli indisponibili che non saranno a sua disposizione: "E' una partita molto importante, alla quale non arriviamo al meglio. Ho recuperato Joao Pedro ed ho perso Farias e Ionita. Devo subito cercare l'equilibrio ed ho pensato già da Bologna alla sostituzione di Ionita, ma la scoprirete soltanto domani. La difesa ha preso troppi goal e l'assenza di Storari non aiuterà. L'equilibrio della difesa mi preme parecchio trovarlo. Lo stesso Ceppitelli ha avuto noie fisiche sin dalla preparazione. Mi auguro di trovare il giusto equilibrio e con Ceppitelli al top".

Sfida tutt'altro che semplice quella che attende i sardi, con l'Atalanta di Gasperini che è reduce dalla bella vittoria conquistata contro il Torino domenica scorsa: "Una signora squadra. Ha giocatori di grandissima qualità e sicuramente tra le squadre più ostiche. Dipenderà come sempre da noi, a prescindere dall'avversario. Un aiuto dal pubblico? Ripeto l'appello del presidente: il pubblico domani ci aiuti così come ha fatto contro la Roma dove si è visto il vero Cagliari". 

Inizio non facile per i sardi, che Rastelli prova infine a giustificare così: "Sapevo che l'inizio sarebbe potuto essere difficile. Molti giocatori sono arrivati all'ultimo momento, altri non avevano mi visti la serie A, poi gli infortuni hanno fatto il resto. Isla sta cercando la migliore condizione possibile. È arrivato all'ultimo momento è deve lavorare, ma ciò non toglie che sia un giocatore importante è potrebbe giocare come mezz'ala. Penso che Barella potrebbe giocare anche da mezz'ala. Con l'assenza di Ionita potrebbe avere qualche chance".