Il Cagliari al lavoro per mettersi alle spalle la sconfitta di Roma

Gli uomini di Rastelli, sconfitti di misura all'Olimpico di Roma (0-1), continuano la preparazione ad Asseminello in vista del prossimo impegno, tra le mura amiche contro il Bologna

Il Cagliari al lavoro per mettersi alle spalle la sconfitta di Roma
Il Cagliari lavora ad Asseminello per preparare il match contro il Bologna

Dopo la sconfitta patita all'Olimpico di Roma contro i giallorossi, il Cagliari di Massimo Rastelli nella giornata di ieri ha ripreso la preparazione in vista del prossimo impegno che vedrà i sardi impegnati al Sant'Elia contro il Bologna del tecnico Roberto Donadoni. Una sfida tra due squadre appaiate al decimo posto, entrambe a 26 punti (seppur il Bologna con una partita in meno), in una posizione di classifica tranquilla, avendo come vantaggio dalla terz'ultima in classica (il Crotone) ben 16 punti. La sconfitta in casa dei giallorossi non ha minato in nessun modo la tranquillità che si respira nell'ambiente Cagliari, e nel centro sportivo di Asseminello si lavora per preparare nel modo giusto l'impegno domenicale contro i felsinei.

Le uniche brutte notizie arrivano dal Giudice Sportivo, il quale ha squalificato per tre turni il fantasista Joao Pedro e per un turno il centrocampista Nicolò Barella. Tali assenze forzate costringeranno il tecnico nativo di Torre del Greco a ridisegnare l'undici da schierare contro gli emiliani. In mediana dovrebbe però rivedersi Padoin, che già nella giornata di ieri ha ripreso a lavorare in gruppo, candidandosi di conseguenza per una maglia da titolare. Si conta di riavere a disposizione anche l'esperto regista Di Gennaro, il quale solo parzialmente ha svolto la seduta di allenamento con i compagni, e le sue condizioni verranno rivalutate solo nei prossimi giorni.

Molto in forma è dato l'ulimo acquisto dei sardi, la stellina Paolo Faragò, che ha già bagnato l'esordio con la sua nuova casacca a Roma, e punta seriamente ad ottenere una maglia da titolare mettendo in crisi le gerarchie di Rastelli. L'ex Novara parte comunque leggermente più indietro rispetto a Farias e Sau, indiziati principali a supportare il punteros Marco Borriello. Da monitorare resta Bruno Alves, uscito malconcio dal match contro la "Lupa", le cui condizioni però non sembrano destare preoccupazioni allo staff medico sardo.