Cagliari, riecco Farias: "Tanta sfortuna, ma ora voglio aiutare la squadra"

Le parole del brasiliano, tornato ad allenarsi con la squadra e voglioso di riprendersi il Cagliari.

Cagliari, riecco Farias: "Tanta sfortuna, ma ora voglio aiutare la squadra"
Diego Farias, in cerca di rivincita (foto: cagliaricalcio.com)

Doveva essere la stagione della consacrazione, si è trasformata in un incubo per buona parte di essa. Ora però, dopo aver superato l'ennesimo infortunio, Diego Farias è pronto a riprendersi il Cagliari, forse già da questa domenica, quando potremmo rivederlo in campo, contro il Torino, allo Stadio Sant'Elia.

Il fantasista brasiliano, nella giornata odierna, ha parlato ai microfoni de "La Nuova Sardegna", come apparso stamane sul sito ufficiale del club rossoblù: "È stato un anno sfortunato, però mancano otto partite. Spero di tornare e fare più gol possibili. Voglio aiutare il Cagliari ad arrivare in alto" esordisce il numero diciassette, che prosegue poi tornando sui suoi passi, raccontando la scorsa stagione, vissuta in Serie B: "In B abbiamo compiuto un’impresa. Basta vedere le fatiche di big come Verona e Bari: avere tanti giocatori da Serie A non basta per vincere e risalire. Il campionato è tosto, noi l’anno scorso in questo periodo eravamo in testa con più di 10 punti dalla terza".

Un'annata certamente positiva per il Cagliari, ma non sono mancate le difficoltà, in particolare contro le grandi squadre: "Stiamo migliorando anche sull’atteggiamento. Per aver fermato la Lazio ci hanno apprezzato: tante occasioni pulite e chiusure in attacco. Da gennaio lavoriamo duro sulla fase senza palla, e il risultato si vede. Il mister cura tutto nei dettagli, cerchiamo di vincere ovunque e contro chiunque".

Chiude infine proprio parlando di mister Rastelli, messo più volte in discussione durante la stagione e anche recentemente, nonostante i buoni risultati e la salvezza ottenuti: "Il mister fa un grande lavoro. In B l'anno scorso, e quest’anno ha già raggiunto tutti gli obiettivi. Neopromossi, con 35 punti, tredicesimi con ancora otto gare da giocare, non capisco i dubbi sul suo futuro. E potevamo anche stare più in alto, tra il decimo e il dodicesimo posto come dice il Presidente Giulini. Abbiamo otto finali da qui alla fine: dopo la salvezza matematica, puntiamo alla decima piazza".

Partitella al Sant'Elia - Nel frattempo, nel pomeriggio odierno, i ragazzi allenati da Massimo Rastelli sono scesi in campo allo Stadio Sant'Elia per proseguire la preparazione verso il match contro il Torino e svolgere una partitella di allenamento contro i ragazzi dell'Under 16, allenati da Martino Melis. Buona occasione per rodare alcuni meccanismi tattici e fare esperimenti, ma soprattutto test che ha portato una buona notizia al tecnico rossoblù, poiché infatti ha preso parte alla partitella anche Luca Ceppitelli, da tempo fermo ai box, il quale solamente ieri aveva iniziato ad allenarsi coi compagni. 

Questi i marcatori, per dovere di cronaca: tripletta di Deiola, doppiette per Di Gennaro, Farias, Faragò e Sau, mentre hanno segnato un gol a testa Padoin, Joao Pedro e Biancu. Domani mattina è in programma una nuova seduta di allenamento, sempre allo stadio Sant’Elia.