La linea verde del Cagliari

I sardi punteranno sui giovani. Ci sarà un drastico ringiovanimento della rosa. Goldaniga, Romagna ed Avenatti i nomi caldi per quanto riguarda il mercato in entrata.

La linea verde del Cagliari
La linea verde del Cagliari

Il presidente Tommaso Giulini, insieme al direttore sportivo Giovanni Rossi ed al tecnico Massimo Rastelli, in occasione della presentazione della stagione, hanno reso noti, alla luce del sole, gli obiettivi di mercato del Cagliari. Sarà un progetto a medio termine, della durata di due o tre anni, che comporterà un drastico abbassamento dell'età media della rosa, la quale, nel campionato appena trascorso, è stata addirittura la terza più anziana (28.5 anni), dopo quelle del Chievo Verona e della Juventus. Occhio, dunque, al fattore prestiti, che saranno la principale fonte di 'acquisti' quest'anno.

Il pensiero del presidente è da tempo noto. Non vuole lavorare per gli altri, ma per sè stesso, e dunque cercherà di valorizzare i tanti giovani che fanno parte del vivaio cagliaritano. A questo, si procederà poi ad avere tre o quattro prestiti di giocatori provenienti da altre squadre di A, in modo tale da poter disporre di una rosa ampia, ma allo stesso tempo giovane e con ampi margini di crescita. Il primo capitolo che dovrà affrontare la dirigenza sarda riguarda Senna Miangue. Il terzino sinistro, di proprietà dell'Inter, sarà in prestito in Sardegna fino al prossimo 30 giugno, ma il patron Giulini è intenzionato a dare l'affondo decisivo per poter acquisire a titolo definitivo il giocatore, seppur nel campionato appena terminato ha giocato davvero poco con la casacca rossoblù. Appena 4 le apparizioni del terzino, che non ha mai trovato la giusta continuità, neppure in allenamento, in quanto ha dovuto sempre combattere con problemi di natura fisica.

Scontro di gioco tra Miangue e Chiesa. Fonte: Getty Images
Scontro di gioco tra Miangue e Chiesa. Fonte: Getty Images

Saranno in tanti a ritornare alla base dopo l'annata vissuta in prestito, in giro per lo Stivale. Ci sarà il portierino Alessio Cragno, di ritorno da Benevento, ma sul quale sono forti le sirene che sopraggiungono da Napoli. Poi, sbarcheranno nuovamente in Sardegna anche Dario Del Fabro, centrale difensivo classe 1995, reduce dall’esperienza col Pisa in B e Santiago Colombatto, ventenne centrocampista, anch’esso impegnato nell'ultimo torneo cadetto, che ha giocato col Trapani ed è intenzionato a prendersi le chiavi della regia per misurarsi nel massimo campionato nazionale. A questi, poi vanno ad aggiungersi i tanti giovani che hanno già fatto parte della rosa del Cagliari lo scorso anno, tra cui Luca Crosta, Nicola Murru, Nicolò Barella, Alessandro Deiola e Kwang-Song Han. Tutti prospetti dal futuro assicurato.

Per quanto riguarda il mercato in entrata, si valutano nomi che comunque non abbiano più di 23/24 anni. Per la difesa continua ad essere monitorato Edoardo Goldaniga, il quale ha fatto sapere al Palermo che non è interessato a disputare il prossimo campionato di B, ed in più, negli ultimi giorni, si è aggiunto anche Filippo Romagna, giovane difensore diciannovenne di proprietà della Juventus che nello scorso campionato si è fatto le ossa al Brescia, disputando 19 partite con le Rondinelle riuscendo a mantenere un rendimento costante, sempre oltre la sufficienza. Il direttore sportivo Rossi, poi, sta tentando di regalare alla piazza sarda il colpo Felipe Avenatti, attaccante uruguaiano di gran fisico, il cui contratto è in scadenza tra pochi giorni, e sul quale si sta scatenando una vera e propria asta, sia in A che in B.