Cagliari, ultimato lo scambio Murru-Cigarini con la Sampdoria

Ai rossoblu anche un conguaglio da 6-7 milioni. Ora si punta ad un difensore centrale - Bellusci su tutti - ed occhio ad una possibile maxi-operazione con la Juventus.

Cagliari, ultimato lo scambio Murru-Cigarini con la Sampdoria
Cagliari, ultimato lo scambio Murru-Cigarini con la Sampdoria | www.90min.com

Con l’arrivo ufficiale del belga Senna Miangue dall’Inter, si è sbloccata la trattativa che porterà Nicola Murru dal Cagliari alla Sampdoria. In cambio, da Genova giungerà Luca Cigarini più un conguaglio economico fra i 6 ed i 7 milioni di euro. Inizialmente nell’affare doveva essere incluso anche Vasco Regini, ma con l’ingaggio di Miangue il terzino italiano resterà in blucerchiato. Classe 1994 e cagliaritano DOC, Murru è cresciuto calcisticamente nel Cagliari con cui ha giocato 107 gare ufficiali, 70 delle quali in Serie A; Cigarini invece arriva in Sardegna dopo aver collezionato soltanto 4 presenze nell’ultimo campionato e sarà il nuovo regista, andando a sostituire Panagiotis Tachtsidis, rientrato al Torino per fine prestito.

Non solo Miangue e Cigarini però, perché il Cagliari deve ancora rimpiazzare Bruno Alves, passato ai Rangers di Glasgow. In questo caso si preferisce la pista che porta ad un difensore esperto, come può essere Giuseppe Bellusci: rientrato al Leeds dopo aver trascorso in prestito all’Empoli l’ultima stagione, il centrale classe ‘89 ha una valutazione attorno ai 2 milioni di euro e l’affare Murru ha portato nelle casse rossoblu il denaro che consentirebbe l’investimento. Non mancano le alternative più giovani da ingaggiare in prestito, come per esempio Riccardo Marchizza della Roma, seguito da vicino anche dal Sassuolo, o Filippo Romagna della Juventus, corteggiatissimo da diverse squadre di Serie B.

Con i bianconeri il Cagliari ha aperto un discorso più ampio: ieri infatti il direttore sportivo sardo Giovanni Rossi ha incontrato il suo collega juventino Fabio Paratici per discutere diversi affari possibili, a cominciare da Rolando Mandragora. Il centrocampista classe ‘97, dopo un buon Mondiale Under 20 da capitano, è alla ricerca di continuità dopo il grave infortunio che ha compromesso gran parte della scorsa stagione e la soluzione rossoblu sarebbe gradita, anche se su di lui la concorrenza è folta. Un coetaneo di Mandragora, anche lui protagonista in Corea, è Riccardo Orsolini: Massimiliano Allegri lo vuole testare in ritiro ma è plausibile che l’ex Ascoli venga mandato a farsi le ossa in un’altra squadra di Serie A, con il Cagliari in questo caso in prima fila. Alla Juventus interessano due prodotti del settore giovanile cagliaritano, ossia Nicolò Barella, classe ‘97, e Roberto Biancu, classe 2000, sui quali vorrebbe strappare un’opzione visto che le richieste sui due gioielli non mancano.