Chievo-Genoa, chi scaccia la paura?

A 11 giornate dalla fine del campionato, Chievo e Genoa sono in una posizione di classifica piuttosto tranquilla, ma manca ancora quel passo decisivo per porre fine al discorso salvezza. Per entrambe le squadre può essere la giusta occasione per dare quella "zampata" decisiva.

Chievo-Genoa, chi scaccia la paura?
(Getty images)
Chievo
Genoa
Chievo: (4-3-1-2) Bizzarri; Frey, Cesar, Dainelli, Gobbi; Castro, Radovanovic, N.Rigoni; Birsa; Mpoku, Inglese Panchina: Seculin, Bressan, Sardo, Cacciatore, Ninkovic, Hetemaj, Costa, Pepe, Floro Flores, Meggiorini, Pellissier Allenatore: Maran
Genoa: (4-3-3) Perin; Ansaldi, Burdisso, De Maio, Fiamozzi; Rincon, Dzemaili, Laxalt; Cerci, Matavz, Suso Panchina: Lamanna, Donnarumma, Marchese, Gabriel Silva, Tachtsidis, L.Rigoni, Capel, Ntcham, Lazovic, Pandev Allenatore: Gasperini
ARBITRO: Michael Fabbri (ITA)

Il Chievo è reduce dalla sconfitta nel derby contro l'Hellas. La classifica non preoccupa, con due vittorie di qui alla fine i gialloblù possono considerarsi salvi. Il periodo negativo di ottobre e novembre è oramai niente più che un brutto ricordo. E oggi quello contro il Genoa può essere un ottimo match ball per (quasi) festeggiare la salvezza. Anche i rossoblù, dopo un momento nero da fine novembre a Natale, sono in netta ripresa. La vittoria di domenica scorsa contro l'Udinese è stata fondamentale: la permanenza in Serie A è sempre più vicina. Oggi il "grifone" punta al bottino pieno per portarsi a quota 31 punti e staccarsi sempre più dalla zona calda. Curiosità: Chievo-Genoa sarà anche la sfida tra i fratelli Rigoni: Nicola con i veneti, Luca in maglia rossoblù.

CHIEVO - Eccetto Gamberini e Izco, ancora ai box, Maran può contare sugli importanti recuperi di Gobbi, Pepe, Hetemaj e Meggiorini. Il terzino sinistro ex Cagliari e Parma dovrebbe partire titolare. L'ex tecnico del Catania deve però rinunciare agli squalificati Spolli e Pinzi. Il modulo è sempre il solito 4-3-1-2 con Bizzarri in porta, terzini Frey e Gobbi e difensori centrali Dainelli e Cesar. A centrocampo il regista sarà Radovanovic, con Castro e Rigoni nel ruolo di mezzale. In attacco, Birsa giocherà dietro Inglese e uno tra Mpoku e Floro Flores, col primo leggermente in vantaggio.

GENOA - Tra le fila dei rossoblù c'è da segnalare l'importante rientro di Ansaldi, che ha recuperato dall'infortunio prima del previsto. Sicuri assenti saranno, invece, Pavoletti e Munoz, non al meglio, e Armando Izzo, fermato dal giudice sportivo. Gasperini è orientato a proporre un 4-3-3. Tra i pali Perin, mentre la difesa, oltre all'argentino ex Atlatico Madrid, sarà formata da Burdisso, De Maio e Fiamozzi. A centrocampo in cabina di regia spazio a Dzemaili, affiancato da Rincon e Laxalt. Per quanto riguarda il pacchetto offensivo, spazio al trio Cerci-Matavz-Suso.